Anorgasmia. Ma solo con lui.

Ciao Norma, un consiglio al volo. Con il mio nuovo ragazzo ho difficoltà a raggiungere l’orgasmo. E non mi era mai capitato. Dici che con i sex toys potrei cambiare la situazione di netto?

Ellen

 Ciao Ellen, il tuo problema non mi è nuovo. La maggior parte delle donne in nuove circostanze amorose si trova a dare un po’ tutto per scontato. Come se, una volta provato l’orgasmo nella vita, questo dovesse avvenire sempre in automatico e sistematicamente. Chiaramente non è così. Tra le gambe non hai un orologio a cucù pronto a scandire il tempo e a cantare ogniqualvolta si arriva al momento clou (con il cucù al massimo puoi giocare in tempi di magra). Ogni rapporto sarà una storia a sé ed ogni volta la tua libido dovrà essere stimolata nel fondo delle tue fantasie.

L’orgasmo femminile, ne avrai sentito parlare, deriva soprattutto da uno stato mentale. Ma anche no. Lui deve essere bravo, avere le giuste movenze e il tocco magico che attiva la chimica. Evidentemente, al momento, c’è qualcosa nel tuo nuovo ragazzo o nelle situazioni in cui fate sesso che ti esalta poco. O nulla.

I sex toys sono senz’altro un’ottima idea per svoltare, in particolare i vibratori per coppia e gli ovetti vibranti, specificatamente pensati per essere usati in due durante la penetrazione. 

Ricorda però che i sex toys sono una meravigliosa componente aggiuntiva dell’amore. Non il rimedio. Prima di tutto hai bisogno di tutta te stessa e poi di un compagno pronto a risvegliarti gli istinti più animaleschi. Hai mai pensato di vestire panni del tutto nuovi, assumendo posizione inedite e ruoli diversi? O di prendere l’iniziativa dicendo a lui cosa fare, come e quando? Se l’idea di provare i cosiddetti giochi di ruolo t’imbarazza e non li senti nelle tue corde, prova lo stesso, prova tutto almeno una volta, per conoscerti, conoscerlo e prendere così le giuste misure. Gioca ad essere una donna lontanissima da te, solo per una notte. Già solo al pensiero dovresti sentire qualche indumento intimo decisamente più umido. E poi, questo sempre, prova a guardarti dentro e chiederti se, magari, la persona che hai accanto è davvero quella che vuoi.