A ciascuna la sua: i vari tipi di vagina

Alzi la mano chi, dopo aver osservato per la prima volta la propria vulva, non è rimasta un po’ male. Forse ve l’aspettavate più rosa, forse meno storta, meno penzolante, forse più simile a quelle viste nel porno (così composte nonostante la fatica). Finché la vostra se ne stava lì nascosta, pronta ad assolvere alle proprie mansioni, tutto bene, ma adesso che l’avete vista qualche dubbio sulla sua normalità vi è probabilmente venuto. Bene: fatevelo passare. I tipi di vagina (o, meglio, di vulva) sono tanti quante sono le donne che le possiedono e sono tutti perfettamente normali.

tipi di vagina

Vagina o vulva?

Per prima cosa chiariamoci le idee: quella che possiamo osservare è la nostra vulva, non la nostra vagina (a meno di non possedere strumenti da ginecologo). Quando si parla di tipi di vagina o di forme di vagina in realtà si sta parlando di tipi e forme di vulva. La vagina è la parte interna dell’apparato genitale femminile,e sulla sua forma non c’è moltissimo da dire (anzi, ci sarebbe un sacco da raccontare, ma lo faremo un’altra volta): è un organo straordinariamente elastico e flessibile, in grado di allungarsi e allargarsi a seconda della fase del ciclo e a seconda delle esigenze (dall’accogliere un pene o un vibratore all’accompagnare verso l’uscita un bebè). La vulva, invece, è la parte esterna dei genitali, quella, appunto, che possiamo osservare storcendo il naso con lo specchietto da borsetta. La vulva è formata da grandi labbra, piccole labbra, clitoride, orifizio uretrale (il buchino da cui esce la pipì… perché sappiamo tutte che non esce dalla vagina, vero?), orifizio vaginale e ghiandole di Skene e di Bartolini. Ed è proprio lei che può avere una varietà di forme e colori pressoché infinita.

Le varie forme di vagina (anzi, di vulva)

Nonostante possano esistere tanti tipi di vulve quanti tipi di facce, l’irrefrenabile pulsione umana alla categorizzazione ha spinto fior fior di esperti a stilare elenchi con “i 3 tipi di vagina”, “le 10 forme di vagina più diffuse” e così via. L’anno scorso un’estetista americana aveva illuminato d’immenso le pagine del magazine Elite Daily elencando i cinque diversi tipi di vagina in cui si era più frequentemente imbattuta nel corso delle sue sessioni di depilazione: Ms. Curtains, Ms. Barbie, Ms. Tulip, Ms. Horsehoe e Ms. Puffs. La sporgenza o meno delle piccole e grandi labbra può determinare il gap tra la piatta e rosa Ms. Barbie, la chubby Ms. Puffs o la penzolante Ms. Curtains. Fonti più autorevoli, come la dottoressa Stephanie Romero, ginecologa presso USF Healt in Florida, ha rilanciato con una lista di sei forme di vagina (combinabili tra loro per dare vita a miliardi di potenziali tipi di vulva):

tipi di vagina

  1. Biscotto della fortuna
    Avete presenti i biscottini all’anice che vi danno in omaggio al ristornate cinese? Questo è il tipo di vulva in cui le grandi labbra avvolgono e nascondono piccole labbra, orifizi e clitoride, lasciando intravvedere solo una fessura tra loro. Il tipo di vulva che si vede nelle illustrazioni dei libri di testo scolastici e che spopola nel porno, nonché il più richiesto ai chirurghi estetici specializzati in labioplastica.
  2. Grandi grandi labbra
    Se vi capita l’effetto camel tou (cioè gobbe di cammello) quando indossate i leggings, forse avete questa tipologia di vulva. In questo caso le grandi labbra sono più accentuate e “cicciose”. Le piccole labbra possono essere nascoste o sporgere.
  3. Piccole grandi labbra
    Esattamente opposto alla tipologia precedente, è il tipo di vulva in cui le grandi labbra sono sottili o quasi invisibili. Può essere una condizione naturale, oppure un assottigliamento legato ai cambiamenti ormonali della menopausa. E così come avere più carne nelle grandi labbra non è un problema, non lo è neppure averne meno.
  4. Grandi piccole labbra
    E se a sporgere sono le piccole labbra? Molte donne non hanno piccole labbra nascoste all’interno delle grandi labbra, ma orgogliosamente pendenti all’esterno. In qualche caso questa esposizione può provocare fastidi (per esempio durante il sesso o andando in bicicletta), ma nella maggior parte dei casi non crea disagio. Se non nel confronto con il biscotto della fortuna!
  5. Piccole piccole labbraLe piccole labbra iniziano in corrispondenza del clitoride, formando un “cappuccio” per questo piccolo organo erettile. In certi casi, però, restano praticamente invisibili, facendo capolino tra le grandi labbra solo molto più in basso. Qualche problema funzionale dato dalle piccole labbra che giovano a nascondino? Nessuno.
  6. Labbra truccateQuello che vi ha più sorprese, durante la vostra intima osservazione, è stato il colore delle vostre labbra, così diverso da quello della pelle del vostro corpo? Don’t worry: la vulva è lo sbocco esterno di un organo interno, e quindi niente di strano se il colore di pelle e mucose è diverso. E se il colore è rossiccio/marroncino/grigiastro (ben diverso dal rosa candy delle pornostar), benvenute nel club!

Vaginoplastica e labioplastica

La scarsa educazione sessuale (e la totalmente inesistente educazione all’auto-osservazione e all’esplorazione del proprio corpo), mixata con gli standard improbabili e irrealistici del porno, causa un’insicurezza (quando non addirittura un disgusto) nei confronti dei propri genitali che, negli ultimi anni, sta spingendo moltissime donne a rivolgersi alla chirirgia estetica per avere la vulva perfetta. Riduzione delle piccole labbra, riempimento delle grandi labbra, sbiancamento, ricostruzione dell’imene: nell’ultimo anno gli interventi di vaginoplastica, labioplastica e imenoplastica sono aumentati del 39% negli Stati Uniti, secondo l’American Society of Plastic Surgeons. E, dato più allarmante, secondo un’inchiesta realizzata nel 2017 dalla BBC, tra il 2015 e il 2016 oltre 200 ragazze al di sotto dei 18 anni si sono sottoposte a un intervento di labioplastica, e tra queste oltre 150 erano al di sotto dei 15 anni di età. E in Italia? Anche da noi gli interventi di chirurgia estetica ginecologica sono in crescita, con la riduzione delle piccole labbra  come operazione più richiesta tra i 18 e i 24 anni. Ha senso ricorrere alla chirurgia per aderire a stndard di bellezza vaginale imposti dall’alto? Secondo noi no. Se la vostra vulva vi sembra bruttina e non meritevole d’amore, fatevi un’overdose di vagina power visitando il progetto The Vulva Gallery o l’opera dell’artista The Great Wall of Vagina di Jamie McCartney (e spegnete PornHub)!

2018-07-24 MySecretCasehttps://skin.mysecretcase.com/frontend/default/vigoshop/images/mysecretcase-shop-online-piacere-donne.svg https://www.mysecretcase.com/blog/wp-content/uploads/2018/04/tipi-di-vagina-evidenza.jpg