Come fare sesso anale senza dolore

Sesso anale questo stimolantissimo, appetitosissimo sconosciuto. Chi di noi donne non ha mai pensato al sesso anale? In teoria, tutte. Ma in pratica? Molte lo hanno provato ma evitano di parlarne, altre ancora vorrebbero ma non hanno il coraggio. Ma di cosa si ha paura esattamente? Principalmente del dolore. La penetrazione anale è ritenuta per lo più un atto invasivo e poco piacevole, spesso inteso quasi una violenza. Ma è solo una visione limitata, perché volendo, potrebbe essere l’esperienza sessuale migliore della vostra vita. Molte donne, ahinoi, dopo aver provato in maniera errata la prima volta, non hanno più voluto ripetere l’esperienza. Altre, preferiscono soffrire pur di soddisfare il proprio uomo.

come fare sesso anale

E allora come fare per avere una penetrazione anale piacevole sin da subito? Le domande principali da porsi sono: Come lubrificare l’ano? Come dilatare l’ano? Che posizione assumere durante il rapporto anale?

-Innanzitutto provate a rilassarvi e a predisporvi in maniera intrigante e positiva. Preparate l’atmosfera con musica soft e candele profumate e dimenticate la paura del dolore: non ci sarà.

  • Prima di iniziare è importantissimo utilizzare del lubrificante anale (noi consigliamo il lubrificante naturale 100% biodegradabile Bioglide Anal), cospargendo l’ano in maniera abbondante.
  • Utilizzando il lubrificante, stimolatevi o meglio ancora fatevi stimolare l’ano dolcemente, dapprima esternamente e poi sempre più in profondità, partendo con un dito e proseguendo con un sex toy dolce come il butt plug Tutti Frutti! dalle fattezze minute che saprà accarezzarvi in maniera romantica e mai invasiva. 
  • Giocate. Giocate sempre. Godetevi la stimolazione anale e lasciatevi travolgere dal piacere. Una volta pronte (capirete subito di esserlo) verrete assalite da un mix di sensazioni mai provate che coinvolgeranno schiena, braccia, gambe, vagina e clitoride, oltre ovviamente all’ano. Solitamente si pensa che l’orgasmo anale sia più intenso nell’uomo che nella donna per via dell’assenza, in quest’ultima, della prostata, ma anche la spugna perineale, ovvero la zona spugnosa di tessuto erettile situata tra ano e vagina, è per la donna una zona erogena importante. Inoltre, se la vostra anatomia la consente ed agevole, è possibile raggiungere il punto G da dietro. Dite al vostro partner di iniziare in maniera lenta e ripetitiva per farvi abituare a questo nuovo gusto sessuale e mettetevi in testa (e non solo lì) una sacrosanta verità: l’orgasmo anale esiste. E punto sarà come un capodanno festeggiato in camera da letto con i fuochi d’artificio di una città intera fatti esplodere nell’intimità delle quattro mura, fidatevi.
  • Evitate sempre di passare dalla penetrazione anale a quella vaginale. Una volta iniziato il rapporto anale, limitatevi a quello: preverrete il rischio di trasmettere batteri in modo stupido.
  • Infine, mettetevi comodi. Scegliete la posizione kamasutra più rilassante che conoscete (vi consigliamo quella “del cucchiaio”, ossia su un fianco con il vostro partner alle spalle) e spalancate… Le porte alle sensazioni più forti che abbiate mai provato.