Come riconquistare un ex (con i sex toys)

Under Coppia

L’epilogo di una relazione sentimentale può non corrispondere alla fine di un interesse fra gli ex partner, sia esso di natura erotica, finanziaria, eccetera. Fatti salvi i casi più estremi ed esasperati, ovviamente, come quello narrato dalla scrittrice Olivia Goldsmith nel suo “Il club delle ex mogli”, il quale ha poi ispirato il celebre film con Diane Keaton e Goldie Hawn. Molto più comunemente, riconquistare l’ex marito è un vero obiettivo per molte donne che – loro malgrado – hanno visto terminare il proprio idillio amoroso. È in questi casi che noi ragazze tiriamo fuori il nostro meglio, approntando delle vere e proprie strategie che poco hanno da invidiare a quelle dei conflitti napoleonici.

come riconquistare ex

COME RICONQUISTARE UN EX

La riconquista di un ex partner maschile passa spesso – è inutile nascondercelo – attraverso un approccio fisico. Non serve scomodare ricerche di genere valse premi di Grawemeyer per sapere che l’indole del maschio presta frequentemente il fianco ad azioni tese a favorire il cosiddetto ritorno di fiamma. L’importante è che ciò avvenga in maniera ragionata in modo da tutelare l’autostima di ogni donna che decida di tornare all’arrembaggio del proprio ex uomo. Come? Facendo leva sulle sue “debolezze”. È attratto dai seni prosperosi? Esibiamo scollature mozzafiato e push-up. È un fan irriducibile del lato B? Facciamoci vedere con tacchi alti e jeans extra slim fit. È un po’ feticista? Piedi curati e sandali saranno le nostre armi. La libido è una componente fondamentale di ogni relazione sentimentale. E questo è tanto più vero con riferimento alle esigenze maschili. Riconquistare un uomo con i sex toys, ad esempio, è più facile di quanto si possa pensare e molto spesso questa scelta rappresenta una strategia vincente. Basandosi sulla conoscenza che si ha del proprio ex, in termini di gusti e desideri erotici, è possibile pungolarlo e fare in modo che torni sui suoi passi. Spesso, un uomo soddisfatto sessualmente è un uomo appagato e fedele. A tutto vantaggio della nostra autostima femminile.

RICONQUISTARE UN UOMO CON I SEX TOYS 

Ogni buona strategia che si rispetti necessita di un adeguato armamentario. E quale miglior arma di un sex toy. Andarsi a riconquistare l’ex marito può significare dover ricorrere al “gioco sporco”. E, siamo oneste, non state leggendo questo articolo perché siete interessate ad accaparrarvi il prossimo titolo di fair player dell’erotismo. Pertanto è utile fare mente locale circa i desideri più reconditi confessati dal maschio di turno nel corso della relazione e andare a stimolarli proprio con l’aiuto di qualche sex toy. Ad esempio, una delle fantasie maschili più gettonate è quella dell’infermiera sexy (provate a cercare “busty nurse” sul web per farvi un’idea). Perciò, potremmo attirare il maschio in casa con una scusa e farci trovare agghindate a tema (si raccomandano autoreggenti rigorosamente bianche). E se volessimo completare la fantasia infermiera-paziente, potremmo allestire una borsa da crocerossina con un bel po’ di sex toys. Dagli anelli vibranti ai butt plug, passando per le palline anali e i vibratori per la prostata, abbiamo a disposizione un sex toy per ogni “visita”.

SCEGLIERE LA STRATEGIA MIGLIORE SULLA BASE DELL’OBIETTIVO 

Proseguiamo sulla falsariga della metafora bellica. Anche qui, come nel campo militare vero, dalla strategia adottata dipende il successo (o l’insuccesso) della missione. I maschi, sebbene generalmente molto semplici, non sono tutti uguali. Ma, se si tratta di un ex, vorrà dire che vi è un discreto grado di conoscenza sulla quale basare le nostre scelte strategiche. E sono proprie queste ultime che ci condurranno all’obiettivo. Poniamo il caso che una donna più giovane abbia preso il nostro posto. Quale sarà la nostra strategia? Puntare sul fascino della cougar disinibita, della donna esperta a letto. Instilliamo nel maschio il dubbio che la ragazzina di turno non sia in grado di soddisfarlo perché inesperta (o comunque meno “navigata”). Un tarlo nel nostro ex che dovrà divorarlo al suono di «con lei era tutta un’altra cosa». Carl von Clausewitz, uno dei più famosi teorici militari di tutti i tempi, sosteneva che in guerra la vera saggezza consiste nell’assumersi dei rischi. E noi siamo pronte a rischiarcela tutta, vero?