Come toccare le zone erogene dell’uomo per farlo impazzire

Nel 2013 il dipartimento di psicologia dell’università di Bangor, in partnership con l’università di Witwatersrand (Sudafrica) ha realizzato il primo studio sistematico mai effettuato sulle zone erogene. L’idea era cercare di capire come mai un posto tanto lontano dai genitali (come le orecchie) possa essere sessualmente eccitante, e se le zone erogene sono le stesse per tutti. Prima di loro, negli anni ’90, il neurologo Ramachandran aveva ipotizzato che l’eccitazione fosse correlata alla vicinanza, a livello della corteccia somatosensoriale, delle zone relative ai genitali con le zone relative ad altre parti del corpo (sembrava spiegarsi proprio con questa prossimità il feticismo dei piedi, per esempio). La conlcusione? L’eccitazione sessuale legata alle zone erogene è probabilmente da ricercarsi in una parte del cervello ancora più primordiale, ovvero l’insula, e il feticismo dei piedi non c’entra niente con il cervello. O quantomeno con la corteccia somatosensoriale.

zone erogene uomo

Dalle mani ai piedi: le zone erogene uomo che non ti aspetti

Ok, belli ‘sti studi eh, ma cosa ne ricaviamo se vogliamo sapere come toccare un uomo e come far impazzire lui (come titolavano quei meravigliosi manuali tanto in voga negli anni ’80)? Beh,per esempio possiamo apprendere che le zone erogene sono le stesse per tutti (poi ovviamente la sensibilità individuale può variare da persona a persona) e che sì, le zone erogene uomo sono meno di quelle della donna, ma che se sollecitate sono in grado di mandarlo completamente fuori di testa. Al di là dei genitali (di cui parleremo dopo) quali sono i punti erogeni maschili più sensibili? Innazitutto le mani: accarezzarle, leccarle e succhiare le dita può essere un tanto insospettabile quanto eccellente preliminare. E poi i capezzoli: anche se gli uomini sono più restii a farsi stuzzicare lì, i capezzoli uomo sono sensibili (quasi) quanto quelli femminili. Non trascurate orecchie, collo, interno delle braccia e interno delle gambe (libidine assicurata), ma anche torace e pancia: percorrete lentamente la pelle con un piumino per il tickling o sfiorandola con labbra e lingua. Altro che “101 modi per farlo impazzire a letto”!

zone erogene uomo

Pene, testicoli, perineo, prostata: le zone erogene che ti aspetti

Ovviamente lo studio del 2013 non poteva che veder confermati i genitali in senso stretto come zona rossa che più rossa non si può per il sesso maschile. Ma non ci spiega come stimolare pene & co e men che meno come stimolare la prostata, ovvero il punto G uomini. Non temete, ve lo spieghiamo noi!

  1. Pene
    Ti piace vincere facile? E allora buttati sull’evergreen, ovvero la stimolazione del pene. Ma impara a farlo come si deve. Per esempio potresti dedicarti al punto F, ovvero il frenulo: questo piccolo pezzetto di pelle che permette lo scorrimento del prepuzio sul glande è uno dei punti erogeni puù potenti del pene. Accarezzalo con le dita o con la lingua, alternando movimenti su e giù a giri in tondo intorno al glande.
    Anelli Fallici by Pornhub

    Thick Stamina Ring

    Thick Stamina Ring è il cockring di Pornhub da indossare alla base del pene eretto per prolungare l’erezione e potenziare l’orgasmo. Realizzato in TPE, elastico e avvolgente, l’anello pene Pornhub Thick Stamina Ring bloccherà temporaneamente il flusso sanguigno, rendendo il vostro pene più grosso e la vostra erezione più dura e lunga.

    Scopri di più!
  2. Testicoli
    Sempre in secondo piano rispetto al pene, i testicoli sono in realtà pieni di risorse. Massaggiateli con delicatezza con le mani a coppa, titillando nel frattempo con le dita il perineo. E durante il sesso orale non dimenticatevi di loro: leccateli e, se vi piace, succhiateli. A lui piace, di sicuro.
    Massaggio Erotico by Shunga

    Erotic Massage Oil - Chocolate

    Erotic Massage Oil - Chocolate di Shunga è l'olio da massaggio al profumo caldo e gustoso di cioccolato. Completamente kissable, può essere baciato, mangiato e leccato dalla pelle del partner!

    Scopri di più!
  3. Punto L
    Signore e signori, arriviamo a lei: sua maestà la prostata. Il punto G maschile è proprio lei, questa ghiandola posta a pochi centimetri dall’ingresso dell’ano. Per raggiungerla è necessario varcare proprio quella soglia che per tanti uomini è tabù. Ma se riuscirete a convincerlo che la penetrazione anale non lo renderà meno uomo ma semplicemente un uomo felice, potrete infilare un ditino ben lubrificato e massaggiare, delicatamente, il punto L. L’orgasmo non si farà attendere!
    Vibratore Prostata by Pornhub

    Vibrating Prostate Massager

    Vibrating Prostate Massager di Pornhub è il massaggiatore prostatico dalla forma ergonomica, pensata per stimolare al meglio prostata e perineo. Prova le sue vibrazioni e trova la tua preferita!

    Scopri di più!
  4. Punto P
    Il punto P, o perineo, è quella piccola zona che sta tra i testicoli e l’ano (in corrispondenza esterna della prostata). Ricchissimo di terminazioni nervose, il perineo è una zona meno accessibile del pene ma senz’altro più della prostata. Anzi, potrebbe essere la giusta anticamera per un massaggio prostatico con i fiocchi. Ungete le dita con un lubrificante e massaggiate il punto P con movimenti circolari, e/o fate altrettanto con la lingua.
    Butt Plug by BVibe

    Trio Remote Control Rimming Plug

    Trio Remote Control Rimming Plug di BVibe è il plug anale con telecomando, 3 motori, 8 velocità e 9 modalità di vibrazione. Ma a renderlo davvero speciale sono le sfere rotanti poste alla base, che arricchiranno la vostra stimolazione anale con le sensazioni del rimming!

    Scopri di più!

 

 

2018-10-08 MySecretCasehttps://skin.mysecretcase.com/frontend/default/vigoshop/images/mysecretcase-shop-online-piacere-donne.svg https://www.mysecretcase.com/blog/wp-content/uploads/2018/10/zone-erogene-uomo-evidenza.jpg