Disfunzione erettile: 1 volta su 2 è psicologica

Possibile che l’ossessione della potenza eguagli, per un amante, l’ossessione dell’impotenza?”, si chiedeva la scrittrice francese Colette nel suo “Il puro e l’impuro”. Ed in effetti, non aveva tutti i torti. L’impotenza maschile, e più precisamente la disfunzione erettile, è uno dei più comuni disturbi che riguardano gli uomini; di certo tra quelli che creano maggiore ansia.

via GIPHY

QUANDO SEI DAVVERO IMPOTENTE?

Ma di cosa parliamo esattamente? La disfunzione erettile si definisce come la persistente o ricorrente impossibilità di raggiungere o mantenere un’erezione adeguata fino al completamento dell’attività sessuale, pur in presenza di desiderio sessuale. Colpisce circa il 10% della popolazione maschile tra i 19 e i 59 anni, con una maggiore incidenza con l’avanzare dell’età. Una diagnosi univoca è difficile da fare: si stima, infatti, che nel 40% dei casi le cause siano psicogene, in un altro 40% siano organiche e che nel restante 20% vi siano un misto delle due. L’approccio al problema presuppone, come prima cosa, un consulto medico, per valutare o escludere le cause di natura organica e, in un secondo momento o parallelamente, un lavoro terapeutico assieme ad uno psico-sessuologo.

DISFUNZIONE ERETTILE: LE CAUSE PSICOLOGICHE

Le cause di natura psicologica possono essere molteplici:

la drammatizzazione dell’occasionale perdita di erezione: “Cosa mi è successo?!? … e se dovesse capitarmi anche la prossima volta?”. Questo tipo di pensiero fa entrare la mente in un circolo vizioso senza fine, che si tramuta nella più classica profezia che si auto-avvera.

– la paura di essere lasciato o di non essere apprezzato dalla partner a causa di prestazioni sessuali giudicate non sufficienti.

– L’incapacità di lasciarsi andare, di vivere appieno il momento a causa di eccessiva razionalizzazione o mistificazione del rapporto sessuale.

– la mancanza di coinvolgimento o anche il suo opposto, un eccessivo coinvolgimento.

– l’ansia da prestazione.

– Uno stato di stress generale, derivante da altre situazioni (lavoro, famiglia).

LA MASTURBAZIONE COME RIMEDIO DELL’IMPOTENZA

La terapia psicologica si concentrerà, a seconda dei casi, su diversi aspetti: gestione dell’ansia; relazione con il sé fisico – che può prevedere anche l’utilizzo di masturbatori uomo (fra tutti il Pornhub Ribbed Pussy Stroker), il lavoro di coppia con il partner – ed anche in questo caso, i sex toys possono tornare utili. In generale, l’obiettivo è quello di condurre verso la riscoperta delle percezioni sensoriali, corporee ed emozionali, che porterà ad un processo di recupero dell’erezione.

masturbatore uomo pornhub

E la capacità di non drammatizzare episodiche défaillance, consapevoli che l’erezione è uno stato che può andare e venire durante uno stesso rapporto, è centrale nel riuscire a rilassarsi e vivere più serenamente la propria sessualità.

Sono uno psicologo, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e psicosessuologo con oltre 10 anni di esperienza, che vive e lavora a Roma. Questa è una delle parti migliori del mio lavoro: dare un contributo reale e costante all'informazione scientifica sulla sessualità, ambito che di noi può dire molto più di quanto pensiamo.
2018-01-18 MySecretCasehttps://skin.mysecretcase.com/frontend/default/vigoshop/images/mysecretcase-shop-online-piacere-donne.svg https://www.mysecretcase.com/blog/wp-content/uploads/2018/01/disfunzione-erettile-sessuologo.jpg