Il furto delle ciliegie

Oggi ho un intento unico. Rubare. Mi spiego meglio. Era un giorno qualunque, passeggiavo per il centro immersa nei miei pensieri, quando vengo attratta da delle grosse ciliegie stilosissime nella vetrina di un negozio di intimo. Tutto quello che c’era intorno era scomparso istantaneamente, rimaneva solo la mia meraviglia e il colpo di fulmine per quelle grosse mature e coloratissime ciliegie. Già me le vedevo in ufficio, design, gusto e particolarità. Entro e chiedo ai commessi se una volta smantellata la vetrina avessi potuto averle. “No guardi, non so dirle, forse si, forse no, provi a ripassare.” L’ignobile, vaga assenza di simpatia del commesso mi fu da stimolo e fece partire la missione “Prendere le ciliegie ad ogni costo” con lo scopo unico di porle dinanzi a chi avrebbe saputo realmente apprezzarle, cioè io. Da quel giorno non sono più riuscita a togliermele dalla testa, come quando vedi delle scarpe carine in saldo ma non le prendi finché torni deciso nel negozio proprio quando sono finite, e ho predisposto un paio di appostamenti settimanali per controllare i cambi di allestimento. Mi ero quasi arresa, lo ammetto. Come in amore, quando hai occhi solo per una persona che non prende posizione e ti lascia nel limbo del forse si ma anche no e ci provi con tutti i tuoi mezzi finché non arriva il momento di dire basta.

bicicletta e ciliegie

Ma oggi, passando davanti al negozio, vedo prima i commessi allestire una nuova vetrina e poi appena fuori la soglia dell’ingresso un bustone con manifesti adesivi e.. Le mie tre enormi ciliegie rosse! Ero in bici dovevo capire quanto pesassero, erano leggerissime!! A quel punto, appena la linea difensiva si abbassa le prendo al volo. Una nel cestino, una sotto al braccio ed una tenuta sul petto con la mano, gambe in spalla e via per le strade di Milano! Guidavo con la sola mano rimastami entusiasta quanto una bambina la notte di Natale! La gente mi guardava stupefatta senza capire cosa ci facesse una mezza matta sorridente con delle ciliegie giganti. Un tizio sopraffino mi ha anche urlato: “Bella, me la dai la ciliegina?” “La trovi su MySecretCase” gli rispondo prontamente. Mission impossibile mi fa un baffo, ma anche due. Risultato finale? sono distrutta ma soddisfatta più di un orgasmo multiplo. No vabbè ho esagerato. Se volete passare in ufficio a vederle comunque sono qui. Il mio teeeessssoooooroooooo.

ragazza in bici con ciliegie