Miglior vibratore: come scegliere quello giusto per te

Salve, vorrei un vibratore“.

Quale?“.

Il miglior vibratore che avete“.

Questo è uno degli scambi di battute tipici che avvengono tra le clienti e il nostro customer care. Certo, c’è anche chi arriva con le idee chiarissime, ma molte persone (donne, ma anche uomini alla ricerca di un sex toy da regalare alla moglie) non hanno la più pallida idea di come scegliere un vibratore. Niente di strano, non è che ci si trovi tutti i giorni a dover scegliere tra un vibratore rabbit e un vibratore clitoride, o tra un fallo realistico e un wand massager. E, d’altra parte, la scelta è (per fortuna!) vastissima. Per iniziare a orientarsi nel meraviglioso mondo dei vibratori ci sono due opzioni possibili: chiudere gli occhi e puntare il dito a caso contro lo schermo del PC, cavandosi così dall’impaccio di dover prendere una decisione ponderata, oppure pensare un po’ a cosa si vuole ottenere dal fatidico “vibratore migliore“, dove, come e con chi. Difficile? No! Ecco le 6 domande da farvi per scegliere il miglior vibratore per voi!

come scegliere vibratore

  1. Che tipo di orgasmo vuoi raggiungere?

    La prima, fondamentale domanda che devi porti per scegliere il vibratore migliore per te è proprio questa. Durante il sesso il 70% delle donne raggiunge l’orgasmo attraverso la stimolazione del clitoride, e la percentuale sale addirittura al 95% durante la masturbazione. Ti piace vincere facile? Scegli un vibratore clitoride, allora. Se invece vuoi che il vibratore sia il tuo aiutante nel viaggio alla ricerca del punto G (che il pene difficilemente raggiunge) scegli senza indugio un vibratore G-Spot, dalla specifica forma ricurva. Vuoi provare quello che nemmeno il più volenteroso degli amanti riuscirà a darti? Allora opta per un vibratore rabbit, miglior vibratore a furor di popolo: stimolazione del clitoride + stimolazione vaginale e/o punto G, tutto in un unico instancabile coniglietto!

  2. Vuoi usarlo da sola o in compagnia?

    Molti associano ancora l’utilizzo del vibratore alla desolante solitudine sentimentale e sessuale (chi non ha mai pensato di far recapitare un vibratore all’acidissima collega zitella?), ma è un’idea lontanissima dalla realtà. Le donne che scelgono un vibratore non lo fanno necessariamente in sostituzione di materia prima, ma per dedicare del tempo al proprio piacere. Se pensi di usare il tuo vibratore quando il marito è al lavoro e i bambini sono a scuola e puoi finalmente regalare del tempo a te stessa, puoi scegliere quello che più ti stuzzica in base alle indicazioni del punto 1. Se pensi invece di usarlo con tuo marito quando rientra (o quando tu rientri!) dal lavoro, i migliori vibratori sono i vibratori coppia: si tratta di vibratori da indossare durante il rapporto sessuale per aumentare il piacere di entrambi, vibrando insieme.

  3. Vuoi usarlo a casa o fuori?

    Questa domanda ti stupisce? Sappi che ci sono moltissimi vibratori pensati proprio per essere utilizzati mentre si è al cinema, in riunione o a cena dalla suocera. Sono gli ovetti vibranti o le mutandine vibranti. Nel primo caso si tratta di ovetti da inserire in vagina, controllabili a distanza di pochi metri (o addirittura di km, nel caso dei vibratori wireless) da un telecomando, che se sei una birbacciona potresti decidere di lasciare nelle mani del partner. Nel secondo caso, invece, si tratta di vibratori clitoride sottili e dalla forma anatomica, da indossare all’interno delle mutandine. Chi se ne accorgerà? Nessuno, se saprai mantenere un signorilissimo aplomb mentre raggiungi l’orgasmo in pubblico!

  4. Vuoi usarlo nella doccia o nella vasca da bagno?

    Non sai deciderti tra il piacere di un caldo bagno rilassante e quello di un vibratore? Non devi farlo. Moltissimi tra i migliori vibratori sono anche completamente impermeabili, testati per essere usati sotto la doccia, nella vasca da bagno, in piscina o alle terme. Devi solo accertarti che nei dettagli tecnici sia specificato “waterproof” o “impermeabile” e non “resistente all’acqua” (in questo caso il sex toy non è adatto per un underwater love). Riempi la vasca, accendi qualche candela profumata e immergiti nel piacere più bagnato!

  5. Quale materiale scegliere?

    Tutti i vibratori che vendiamo su MySecretCase sono sicuri, testati, conformi alle normative CE e privi di ftalati (componenti potenzialmente nocivi se messi a contatto con pelle e mucose). Ogni materiale presenta consistenze e flessibilità diverse, e ciascuna può preferire una sensazione al tatto diversa. Per andare a colpo sicuro ti suggeriamo comunque di optare per il silicone medicale (spesso combinato con l’ABS, un materiale più rigido e liscio frequentemente usato per le impugnature o i coperchi). Il silicone di grado medicale è un materiale sicuro, anallergico, facile da pulire, dalla consistenza morbida e vellutata. I migliori vibratori sono (quasi) tutti in silicone medicale, perciò vai tranquilla!

  6. Pile o batteria ricaricabile?

    Una questione solo apparentemente secondaria è quella relativa al tipo di alimentazione (non parliamo di cibo!): pile o batteria ricaricabile? Generalmente (non sempre, eh!) i vibratori a pile sono più economici e non impermeabili, perché isolare efficacemente l’alloggio delle pile e renderle al contempo semplici da sostituire è difficile. I vibratori con batteria integrata ricaricabile sono, all’opposto, un po’ più costosi e quasi sempre completamente impermeabili. Per ricaricarli è sufficiente collegare il cavo a un ingresso USB oppure riporli nella loro charging station. Noi votiamo decisamente per i vibratori ricaricabili, più sostenibili a livello ambientale, più potenti e più duraturi sul lungo periodo. Ma se è la tua prima volta con un vibratore e già a parlare di cavo USB vai in confusione, puoi scegliere un vibratore a pile: noi ti vogliamo bene lo stesso!

2018-07-30 MySecretCasehttps://skin.mysecretcase.com/frontend/default/vigoshop/images/mysecretcase-shop-online-piacere-donne.svg https://www.mysecretcase.com/blog/wp-content/uploads/2018/05/come-scegliere-vibratore-evidenza.jpg