Orgasmo vaginale: cos’è e come raggiungerlo

Qualche giorno fa sul nostro Instagram abbiamo inaugurato il format Sexy FAQ e ci avete fatto sognare, superando qualsiasi aspettativa: centinaia di domande, moltissime delle quali sull’orgasmo, sull’incapacità di raggiungerlo con lui, sulla differenza tra clitorideo e vaginale, ma anche su cosa sia, perché la verità – amara – è che troppe di noi ancora non lo hanno capito.

Partiamo allora dall’abc, cioè dall’orgasmo culturalmente più accettato perché si presuma coinvolga anche l’uomo: l’orgasmo vaginale.

L’orgasmo vaginale esiste?

Il dibattito impazza da SOLO cent’anni, da quando cioè Freud ricusò categoricamente l’orgasmo clitorideo quale fenomeno isterico-adolescenziale destinato ad esaurirsi in favore dell’orgasmo quello vero, maturo, il vaginale. Una serie di studi espone però le prove che gli orgasmi vaginali e clitoridei sono effettivamente fenomeni separati che attivano aree diverse del cervello.

Barry Komisaruk della Rutgers University ha condotto diverse ricerche a partire dalla scansione cerebrale via risonanza magnetica di un campione di donne colto nell’atto di masturbarsi. I risultati mostrano quali aree sensoriali del cervello si attivano in risposta alla stimolazione: “Se la stimolazione della vagina funziona semplicemente tramite stimolazione del clitoride, come sostengono altri studi, l’orgasmo vaginale e quello clitorideo dovrebbero attivare entrambi lo stesso punto della corteccia sensoriale, cosa che invece non avviene”. Di altro parere è invece il ginecologo francese Odile Buisson secondo cui la parete frontale della vagina, il cosiddetto A-Spot, è inestricabilmente legata alle pareti interne del clitoride. L’orgasmo vaginale, quindi, sarebbe un orgasmo clitorideo sotto mentite spoglie, raggiunto, diciamo, per vie traverse.

orgasmo vaginale

Si può raggiungere l’orgasmo vaginale senza penetrazione?

Sia che si tratti della parte interna del clitoride che proprio di zone a parte – A, U e Deep Spot, collocati in diversi punti della vagina – per la stimolazione diretta bisogna necessariamente entrare in vagina. Non per forza con un pene, ovviamente, ma anche con le dita o con un sex toy. Quindi sì, la penetrazione è condizione imprescindibile per l’orgasmo vaginale.

Orgasmo vaginale e del punto G sono la stessa cosa?

No, ma semplicemente perché in vagina non esiste solo il punto G, ma anche il punto A, collocato sulla parete vaginale interna tra la vescica e la cervice uterina, il Deep Spot, in fondo in fondo dove c’è la cervice, e il punto U, che si trova poco sopra l’uretra. Ecco perché non basta fare entra-esci, ma i movimenti da fare sono molti di più: muovere in cerchio, premere contro il fondo, andare verso l’alto, ecc.

Come raggiungere l’orgasmo vaginale

La regina di tutte le domande sull’orgasmo: come faccio a venire? Partendo dal presupposto che non dobbiamo fissarci su questo punto come fosse il Sacro Graal – se no la viviamo male invece che lasciarci andare e goderci il percorso – la tecnica da sola non basta, ma aiuta. Innanzitutto armiamoci di lubrificante ad acqua, ditini attivi e sex toys vari. Possibilmente poi anche di un ometto creativo, paziente e sensibile, e lui sì che è il Sacro Graal.

Le migliori tecniche

Ricoprite il vibratore di lubrificante e spingetelo lentamente dentro la tua vagina. Lasciarlo dentro e riprodurre il movimento “standard” del pene può essere piacevole ma non basta, è molto più divertente applicare pressione ai punti più sensibili, in particolare il punto G, il punto A e tutta l’area della ghiandola di Skene (intorno al punto G che si trova dentro in alto, in corrispondenza del clitoride). Abbiamo chiesto in giro a uomini vicini e lontani e ci confermano che stimolare contemporaneamente questa zona e il clitoride, il primo con il pene o con un vibratore, il secondo con le dita, procura molta più lubrificazione vaginale che non stimolare solo l’una o l’altro. Qualsiasi “strumento” si usi, insomma, l’orgasmo vaginale è molto più probabile se si stimola il punto G in alto insieme al clitoride. E a volte, davvero, basta una posizione.

Le migliori posizioni 

Il missionario è senz’altro una posizione molto intima e piacevole, ma raramente porta all’orgasmo vaginale, a meno che non si pratichi la tecnica dell’allineamento coitale, quella posizione che vede lui inclinato sopra di lei in modo da creare un’angolatura volta a stimolare punto G e clitoride insieme. Le tre migliori posizioni per l’orgasmo vaginale sono: il cucchiaio, dove il partner sdraiato su un fianco può penetrarla mentre con le mani libere stimola il clitoride e il seno; la pecorina, che permette di penetrare da dietro mentre sempre con le mani si può stimolare il clitoride; il ragno, lui sdraiato sopra di lei in un gioco di incastri di modo che, durante la penetrazione, il clitoride possa premere contro il pube di lui. Clitoride a parte, è molto importante che il pene, il sex toy o le dita spingano verso l’alto più che verso il fondo, l’orgasmo g-spot è molto più meccanico di quanto si pensi.

I sex toys per l’orgasmo vaginale

Mai come in questo caso i sex toys possono essere dei validi alleati per la coppia: le possibilità di stimolazione e piacere che dispiegano sono infatti moltissime e le si scopre tutte provandoli. Ci è effettivamente capitato di accorgerci solo nel mentre di nuove posizioni, tecniche e fantasie che senza sex toys non ci sarebbero mai venute in mente. Quali? Questi.

  1. BGood Deluxe

    Il più recensito, acquistato, amato e accessibile di BSwish è anche il miglior vibratore per la tua prima volta con i sex toys e per raggiungere l'orgasmo vaginale da sola e in coppia. Semplice e intuitivo da usare!

    Scopri di più!
  2. Be My G

    Colorato, pop, adorabile, Be My G ha un corpo spesso e ondulato pensato per regalare una penetrazione piena e avvolgente. Con 7 modalità di vibrazione per sensazioni sempre diverse.

    Scopri di più!
  3. Gigi 2

    Anallergico, elegante, sensibile e silenziosissimo, Gigi 2 è il vibratore per il punto G per eccellenza. Il migliore in assoluto e il più amato.

    Scopri di più!
  4. Lovely Princess

    Ricaricabile e silenzioso, Lovely Princess di Dream Toys è talmente sinuoso e sottile da adattarsi a qualsiasi anatomia. Perfetto per raggiungere il punto G di soppiatto, senza far rumore. L'unico gemito sarà il tuo.

    Scopri di più!
  5. Cici Svakom

    Classici, G-Spot, rabbit, indossabili, telecomandati, a distanza: i vibratori sono tanti quanti le tipologie di donna, di coppia, di piacere e di amore. Parti dal più semplice, abbassa la vibrazione e lasciati coccolare. Penseranno a tutto loro.

    Scopri di più!

 

2018-10-10 MySecretCasehttps://skin.mysecretcase.com/frontend/default/vigoshop/images/mysecretcase-shop-online-piacere-donne.svg https://www.mysecretcase.com/blog/wp-content/uploads/2018/10/fiore_761-x-507.jpg