Palline vaginali e anali: differenze?

Cara Norma, sono Titta e ho 46 anni, non ho ancora capito la differenza tra le palline vaginali e quelle anali. Leggendo 50 Sfumature di Grigio, c’è Christian che chiede ad Anastasia di infilare le sfere d’argento nel didietro, ma ho visto che assomigliano a quelle che si mettono solitamente in vagina. Ti confesso che sono un po’ confusa, cosa si usa e quando? Voglio fare anch’io quel gioco!

Titta ’67

Ciao Titta’67! Hai fatto bene a chiedermelo perché la differenza tra le due è sostanziale: le palline vaginali, anche dette Geisha Balls, Ben Wa Balls o, più impropriamente, palline cinesi, vanno indossate solo ed esclusivamente in vagina sia per fare gli esercizi di Kegel (la ginnastica per tonificare i muscoli del pavimento pelvico), sia per provare piacere (anche se, in tal caso, consiglio molto più vivamente i vibratori). Le palline anali, invece, si presentano in maniera completamente diversa: non sono palline cave con dei pesi all’interno collegate tra loro da un filo di nylon, ma palline in silicone attaccate ad un’impugnatura larga che ne impedisce il totale inserimento nell’ano. Le prime hanno una funzione perlopiù riabilitativa, le seconde di mero piacere. Se vuoi evitare incidenti domestici molto pericolosi, non infilare MAI le palline vaginali nell’ano, perché prendono il via e non le ritrovi più! Imita pure Anastasia, ma con gli strumenti giusti, per divertirti quanto e come vuoi, in tutta sicurezza! Vista la tua età, non rinuncerei ad unire l’utile al dilettevole con la meravigliosa ginnastica senza sforzo che puoi fare con le Luna Beads, le palline vaginali di Lelo, in assoluto le migliori!