Cosa succede se introduci il pegging nella tua vita di coppia

Under Sesso anale

Coniato nel 2001 da Dan Savage nel 2001 nella sua ormai famosissima rubrica “Savage Love”, il pegging – la penetrazione anale dell’uomo attraverso l’uso di dildo o vibratori strap-on indossati dalla partner – è ormai tutt’altro che prerogativa esclusiva del mondo gay: lo scambio dei ruoli rappresenta il 25% di tutte le attività sessuali e l’Italia è addirittura settima nella lista mondiale delle nazioni che amano questa pratica.

E per chi teme che l’uomo, a furia di praticarlo, sia o diventi gay, l’educatore sessuale Tristan Taormino di Cosmpolitan.com assicura: “Il pegging può essere svolto anche per tutta la vita senza per questo compromettere l’orientamento sessuale dell’amante passivo”. Insomma, provare piacere nel “prenderla in quel posto” non significa necessariamente essere o diventare omosessuale. Certo è che il pegging rimane una pratica controversa a cui non è facile abbandonarsi visto l’implicito ribaltamento dei ruoli classici e di molti stereotipi di genere che vedono e continueranno a vedere la donna come l’elemento “debole” della coppia.

Peccato, perché è divertentissimo: lei può finalmente assumere un potere di cui solitamente la società la priva e lui può sperimentare le gioie del piacere maschile quello vero, l’orgasmo anale prostatico. Ovviamente è da fare una tantum, quando si ha tempo e si è in vena di qualcosa di diverso, ma basterebbe questo per movimentare la vita di coppia. Invidia del pene a parte (Freud docet), moltissime donne, nei loro sogni bagnati, immaginano di penetrare e di fare avanti e indietro col bacino. Eppure basta uno strap on e il gioco è fatto!

pegging nella vita di coppia

COME FARE PEGGING PER LA PRIMA VOLTA

Quando si fa pegging, si attacca il dildo al pube tramite un’harness o imbracatura da indossare come fosse un paio di mutandine. Possono essere a uno o due cinturini e le prime consentono una maggiore aderenza al clitoride per una penetrazione attiva che stimoli anche lei. Di solito le harness hanno un anello dal diametro standard a cui agganciare tutti i dildo in silicone con base larga, ma ne esistono anche alcune con un set di anelli per una vestibilità il più personalizzata possibile. Dividetevi i compiti: voi scegliete l’imbracatura e lui il dildo, purché sia anale o strap on, di quelli a base larga da incastrare appunto nell’anello dell’harness. A letto non affrettatevi! È una pratica che vive di pazienza e della giusta dose di comfort; vivetela piuttosto come un gioco che richiede la complicità di entrambi. Se lui vi sembra teso, cominciate dalla penetrazione classica, anzi dal missionario, per assicurargli di essere virile e per cominciare a stimolarlo manualmente con un plug anale mentre è sopra di voi.

La posizione migliore per cominciare è la doggy stile che vi permette di penetrarlo da dietro e nel frattempo di stimolarlo e farlo rilassare masturbando il suo pene con le mani. Prima della penetrazione ricordatevi di lubrificare il sex toy con abbondante gel a base d’acqua – l’unico compatibile con gli anal toys in silicone – e divertitevi a cercare il suo p-spot.

ANAL DILDO: LE ULTIME NOVITA’

Indecisissime tra quali dildo per il pegging scegliere? Voilà!
Fra i dildo strapless, da inserire in vagina senza harness:

  • Share di Fun Factory, un classico intramontabile
  • Bend Over Boyfriend di ToyJoy, trasparente e realistico
  • Realdoe Feeldoe di Tantus, all’occorrenza anche vibrante

Fra i dildo strap on:

  • The Boss Stub, con ventosa per staccarlo e continuare altri giochi
  • Dillio Perfect Fit, con harness e design a palline per una penetrazione super-stimolante
  • Silicone Pleasure di EasyToys, mix di realismo e design raffinato, anche lui con ventosa.

Bene, ora non resta che convincere il vostro maschio italico al grande salto, piano e piano