Petites Luxures: l’Eros su Instagram

Under Arte, Arte erotica

“Piccoli disegni d’intimità per adulti da Parigi”, così definisce Petites Luxures, illustratore e graphic designer francese, le sue preziose illustrazioni ad inchiostro in edizione limitata. A guardare il suo tratto delicato, i suoi contorni sottili e le sue linee morbide, verrebbe subito da pensare che si tratti di una donna, ma i suoi disegni invitano a superare lo stereotipo dimostrando una sensibilità assoluta al di là delle questioni di genere. Il nome di questo ragazzo gentile che risponde alle mail con garbo tipicamente francese, elegante ma mai lezioso, è volutamente inespresso, a noi ignoto. Se la maggior parte degli illustratori è irriducibilmente arroccata nel tempio Tumblr/Pinterest, Petites Luxures, che pure su Tumblr esiste, è arrivato all’attenzione di 54.100 follower solo grazie a Instagram, social meno di nicchia ma più congeniale all’estetica e agli intenti dell’artista: piccoli quadri, o meglio “quadrati”, erotici da poter ricondividere ma soprattutto commentare.

L'eveil_PetitesLuxures

Uno Schiele più purista e meno teso, che stilla sensualità senza note di dramma. La poesia dei disegni deriva tutta da una sintesi quasi simbolista, per cui posizioni e pratiche pur esplicite sono stilizzate fino ai minimi termini. Dalla leggerezza eterea di “Sans Dessous”, letteralmente “senza biancheria” o “a testa in giù” in senso figurato, all’ironia del più audace “Bowling”, in cui s’intrecciano tre figure, due donne e un uomo, rispettivamente impegnate nella stimolazione dei capezzoli e nel cunnilingus. Un mondo volutamente più femminile che maschile, forse per via della sinuosità dei corpi o per un autoerotismo più sofisticato: la sveglia del mattino, la voracità post-mojito, l’iniziazione al piacere, i giochi di temperatura, ma anche la foga dell’amore gay e lesbo. Disegni dagli echi lontani, quando gli artisti art nouveau imparavano dalle stampe giapponesi ad effondere sensualità con una sola linea. Nello scorrere le sue illustrazioni una dopo l’altra, pensi di esserti perso qualcosa di prezioso per troppo tempo: “Sarà famoso, forse se gli scriviamo, non ci risponderà mai”, ci siamo dette. E invece ha risposto e con lo spirito dell’artista modesto e tuttavia sicuro di avere ancora molto da dire. Un po’ come le Myricae di Pascoli, le sue vogliono essere poesie di piccole cose comuni, ma si librano più in alto, là dove l’arte sublima tutto, anche il sesso, ora diventato meraviglia.

Bowling_PetitesLuxures