Pompa per allungare il pene: funziona?

Ciao Norma, sono D., piacere di conoscerti! Mi vergogno un po’ a chiedertelo, ma sarei interessato a comprare una delle vostre pompe per il pene, ho provato delle pilloline o degli integratori naturali ma non sono serviti a niente. Vorrei sapere innanzitutto se funzionano davvero e poi quale scegliere perché a me sembrano tutte uguali, eppure vedo delle considerevoli variazioni di prezzo. Più che allungare il pene, io vorrei ingrandire le dimensioni, avere il pene più grosso e più prestante, insomma, non solo più lungo. Ultima domanda: ammesso che lo sviluppatore pene funzioni, ha delle controindicazioni? Quando e per quanto bisogna usarlo per evitare problemi? Consigliami tu, io non saprei davvero da cosa cominciare! 

Ciao D., il piacere è tutto mio! La tua è la domanda dell’anno, nel senso che sempre più uomini mi chiedono, più o meno privatamente, il tuo stesso consiglio, a dimostrazione di quanto l’impressione di avere il pene più piccolo della norma sia diffusa e trasversale. Ebbene, volevo rassicurarti sul fatto che non sei solo e che non hai proprio nulla di cui vergognarti. Fatta questa doverosa premessa, ti rispondo subito: la grande distinzione in fatto di sviluppatori pene vuole da una parte le pompe ad aria e dall’altra le pompe ad acqua. Io mi sento di consigliarti le seconde, più precisamente le Hydromax, perché sono più comode, sicure e confortevoli. Ecco perché costano anche di più. L’ideale sarebbe utilizzarle sotto la doccia, 2 o 3 volte a settimana, inserendo l’acqua e il pene e poi premendo la pompa verso il pube. In tal modo si crea un effetto sottovuoto che, a lungo termine, può contribuire a rendere il pene leggermente più massiccio. Si tratta di fare una serie di max 10 stantuffi, giusto il tempo di gonfiarlo un pochino, per questo forse è meglio usare la pompa pochi minuti prima del rapporto (se si vuole fare bella figura sulla propria signora). Mi sento però di dirti che non solo l’allungatore pene non fa miracoli, ma non ingrandisce il pene in maniera considerevole, nella maggior parte dei casi si tratta di 1-1,5 cm di lunghezza al massimo. Ecco perché, più che puntare sulle pompe come strumento risolutivo, adotterei altri accorgimenti: un lubrificante eccitante, un cockring per tenerlo dritto ed eretto, un anello vibrante per stimolare il clitoride di lei durante la penetrazione. Oppure l’idea migliore di tutte, che ripeto sempre, ancora e ancora: specializzarsi nel cunnilingus, così che lei non possa proprio aver nulla di cui lamentarsi!