Punto G: le migliori posizioni per stimolarlo

couple faisant l'amour avec gadgets

Il punto G, questo ricercatissimo punto del piacere nascosto per molti sessuologi all’interno della vagina, in una cavità alta a pochi cm dall’ingresso. Come trovarlo? Ecco venirci incontro il kamasutra con alcune posizioni perfette per stimolarlo al meglio.

La cavalcata

Un classico, che come tutti i classici non può mancare. Voi siete sopra di lui e gestite la situazione al meglio. Cercate di dettare i ritmi in pieno stile guerriera amazzone, spingendo col bacino in avanti in maniera sussultoria; dovreste in breve sfiorare a più riprese il punto g con conseguente esplosione orgasmica. Questa posizione allunga in linea di massima la durata dell’uomo, che dovrà stare necessariamente disteso con la schiena (ma non troppo con le gambe). Sfoderate tutto la passione che avete dentro e… Al galoppo!

Il ponte

Non una delle posizioni più comode, ma senza dubbio tra le più efficaci. Lui sta sul letto disteso con la schiena poggiata su due/tre cuscini (quasi seduto), voi lo avvolgete con le gambe e vi distendete con la schiena verso il pavimento (formando appunto un ponte) reggendovi a terra con le mani. I movimenti di bacino saranno minimi, ma la penetrazione sarà forte e profonda. Punto G subito individuato e stimolato con piccoli movimenti impercettibili ed eccitanti al tempo stesso. Stare l’uno nell’altro in questa modalità un po’ insolita stimolerà la vostra libido portandovi ad orgasmi multipli. Non esagerate ed occhio al mal di schiena!

La cavalcata a posteriori

Il lato b della cavalcata classica. Lui è disteso sul letto, voi gli siete sopra dandogli la schiena ed appunto il posteriore. Importantissimi i vostri movimenti di bacino tesi a ricercare lo strofinamento più passionale possibile verso il punto g. Lui potrà stimolarvi ano e glutei in contemporanea con massaggi, dolci schiaffetti e pizzicotti. Brividi assicurati e piacere immenso, per una delle posizione che vi penetreranno nel fondo della vostra libido.

Unione acrobatica

Per eseguire questa posizione dovrete immedesimarvi in acrobati circensi senza pubblico pronti a roteare verso l’eccitazione più intensa. Lui è seduto sul letto e si regge con le braccia all’indietro voi dovrete portare le gambe sulle sue spalle, muovendovi in sincrono per una penetrazione dalle sensazioni senza pari. È vero, non sarà facile riuscire a realizzarla subito, ma se vi piace spingervi oltre con un po’ di allenamento non avrete grossi problemi. Le gambe vertiginosamente rivolte verso l’altro permetteranno un’intensa stimolazione del punto g. Scomodi quindi ma incredibilmente bagnati. Che il numero abbia inizio!

Lo sgabello

Eccitantissima posizione casalinga dalla semplicissima realizzazione.  Tutto quello che vi serve è appunto uno sgabello, o anche una sedia può andare. Lui è seduto (importantissimo toccare a terra con i piedi) e voi gli siete sopra di spalle. Decidete voi come meglio gestire la penetrazione, se darvi da fare col bacino o lasciare all’uomo tutta la libertà di movimento che vuole. Non strafate, il punto g è ad un palmo ma senza la giusta coordinazione potreste non riuscire a trovarlo. Baci sulla schiena e sulle natiche mescolati a graffi e piccoli morsi sono d’obbligo. Prego dunque, volete accomodarvi?

Il flessibile

Simile all’unione acrobatica ma a parti invertite. Siete a letto, lui si distende con la schiena verso il pavimento tenendosi con le mani, voi gli siete su tenendo il bacino proteso in avanti e le braccia tese all’indietro. Muovetevi piano con piccoli movimenti, spingendovi sempre più in avanti verso il limite del letto e poi tornate indietro. Un lussurioso via vai diretto a centrare il piacere estremo dell’intimità femminile. Lui potrà essere un po’ scomodo è vero, ma state pur tranquille che non rimarrà deluso!

La posizione prevede un contatto profondo ed intenso che darà sensazioni incredibili (e flessibili) ad entrambi.