Sesso orale: il cunnilingus nella sessualità di coppia

Non c’è articolo che non ci insegni come avere una sessualità migliore, un orgasmo migliore, una relazione migliore. Quando però ci si deve addentrare in dettagli pruriginosi, desideri intimi, domande imbarazzanti, allora il discorso cambia, perché l’unico modo per non dire ovvietà o buttarsi sul commerciale, è affidarsi alla regina di tutte le dottoresse del sesso: la sessuologa. Ecco quindi l’intervista alla Sex Therapist inglese Vanessa Martin su Bustle.com riguardo ad un aspetto che a noi è molto caro: come godere del sesso orale quando usi un vibratore. Alla domanda di una lettrice su come mai, dopo la scoperta del vibratore, non riuscisse a provare più alcun orgasmo orale con il partner (non altrettanto bravo come l’adorato sex toy), ecco la risposta di Vanessa: “so che la tentazione di dare tutta la colpa ai vibratori è forte, ma non sempre sono loro i responsabili. Ti sto per dare un vero scoop su come funziona il tuo orgasmo. Ecco 6 step per tornare alla gioia dell’orale!”.

vibratori

VIBRATORE? NIENTE PAURA!

Uno dei tanti falsi miti che circolano intorno ai vibratori, è che ne diventi dipendente. Puoi diventarne “avvezza”, ma non “dipendente”, perché qui non avviene alcun rilascio di sostanze nel corpo che creino poi una sorta di astinenza. Inoltre darti piacere non è una colpa né una rovina, però diciamo che non basta, a quest’orgasmo, quindi, ne va aggiunto un altro, quello con il partner. Sarebbe folle privarsi di qualcosa che fa bene, no?

FAI CHIAREZZA

Se prima non hai capito cosa vuoi dalla tua vita di coppia e dal tuo fidanzato, gettare i vibratori nella spazzatura non servirà a niente. Non sarà che forse, a livello più profondo, il tuo lui non ti eccita più? L’importante è prendere coscienza della situazione… lasciando il vibratore nel cassetto!

FAI PIU’ SESSO ORALE

Ti piaceva tanto, vorrai forse smettere? Quando il gioco si fa duro, i duri continuano a giocare. Chiedi al tuo partner di tornare a fare il sesso orale di un tempo, più spesso e più a lungo, almeno per 20-30 minuti, ma senza ansia da prestazione. Se dopo 10 minuti non provi ancora niente di niente, cambia posizione o tecnica, basta solo un pochino di inventiva!

PRENDITI UNA PAUSA

Sicuramente il vibratore stimola più intensamente ed efficacemente di una lingua, per cui, sì, se vuoi riabituare il tuo corpo alla sensibilità di un tempo, forse è il caso di smettere per un po’ per riscoprire il tocco di un tempo. Un mese potrebbe andare, o forse un anno, dipende da quante volte e con quale intensità l’hai usato finora.

NON FOCALIZZARTI SULLA O

Se hai l’ansia di non raggiungere più l’orgasmo con il sesso orale, corri il rischio di fissarti troppo sull’orgasmo e non sul fatto che il sesso debba essere innanzitutto un’esperienza piacevole. Focalizzati più sulle sensazioni che sull’obiettivo finale, goditi il percorso, possibilmente chiarendo al tuo partner cosa ti piacerebbe fare o ricevere, dove, quando e in che modo.

G COME GIOCARE

Se provavi un orgasmo orale prima, sei sicuramente in grado di provarne ancora. È importante però ricordare che il nostro corpo cambia sempre, anche in relazione alla nostra fase psichica: ciò che ci piaceva 5 anni fa non è detto che sia quello che ci piace ora. Detto questo, gioca con il tuo corpo, con il partner e con i vibratori in tutte le combinazioni possibili finché non trovi quella che ti rende più felice. Prenditi una pausa da loro o da lui, se dovesse servire. Ricordati, però, di improntare la tua vita intima alla gioia, all’apertura e al piacere, se così non fosse, avanti un altro, vibratore o uomo che sia!