Sexy in spiaggia in 5 mosse

Anche quest’anno avete recitato a mesi alterni la fantomatica frase: “Dal prossimo mese mi iscrivo in palestra e non c’è scusa che regga!”. Vero? Le scuse invece hanno retto eccome, e con loro tutti i kili non smaltiti e i muscoli mai tonificati. E adesso? Come intendete gestire la prova costume, dato che sarà il costume a mettervi alla prova? Tranquille. Non fatevi prendere dall’ansia. Respirate a fondo e dedicate due minuti a quanto segue. Un modo per essere comunque sensuali in spiaggia è ancora possibile. In sole 5 mosse.

SPALMATI D’AMORE

Non importa la marca o la tipologia di protezione, conta solo una cosa: il metodo. Già prima di aprire la confezione dovete avere lo sguardo di chi ci sa fare, autoconvincendovi di essere spalmatrici professioniste pluripremiate alle olimpiadi della sensualità. Con una sola mano e con gesto deciso aprite il tubetto di crema. Versatela nel palmo della mano libera ed iniziate dalla gambe. Partite dalle caviglie e proseguite sulle cosce per poi alzarvi in piedi e continuare con braccia e busto. Esitate sul seno in maniera delicata e proseguite sfiorandovi dolcemente il collo. A questo punto prendete altra crema e riponete la confezione. Utilizzate adesso entrambe le mani per il viso ed iniziate il viaggio di ritorno verso le caviglie, massaggiando lentamente tutti i muscoli che non credete di avere. Mai farsi massaggiare da altri a meno che non siano amiche campionesse di spalmaggio sensuale.

SPLASH, UNA SIRENA A BORDIGHERA

L’ingresso in acqua non è tra le cose più difficili della vita è vero, ma il fastidio ghiacciato del primo contatto c’è sempre. Se fate parte della categoria “due minuti, acqua fino al ginocchio ed esco”, non avete capito nulla. In acqua ci dovete restare. Il mare è un porto franco che come una mamma vi difenderà da ogni insicurezza, coprendo di umido sale quello che non volete venga immediatamente alla luce. Siete una squadra di mezza classifica che arriva a giocarsi lo scudetto in casa. Siete nel vostro stadio e tutti fanno il tifo per voi. Da sole o in compagnia, nuotate. Anche se non sapete farlo e la maggiore profondità mai toccata è quella della vasca di casa. Nuotate. Ostentate stile perfetto (magari dove si tocca) e fate fuoriuscire sicurezza da tutti i pori. Consentito l’utilizzo di lettini galleggianti, ma solo se pienamente sicure del vostro armamentario.

bacio in acqua

BAGNARE I CAPELLI

Si, lo sappiamo bene. Il sale vi trasforma la testa in un cespuglio ingarbugliato e perverso. Ma il partito del “vado al mare ma non mi bagno i capelli” non è contemplato. Matte. Dopo una giornata di mare lo shampoo dovrete farlo. Obbligatoriamente. Tanto vale giocarsi l’effetto sirenetta ammiccante e letale. Immergete la testa in acqua con la stessa foga con la quale affrontate il primo giorno di saldi e tiratela fuori con sinuoso e sensuale movimento del collo, accompagnando i capelli indietro con una o due mani. Nessun uomo nel raggio di dieci metri potrà esimersi dall’avvicinarsi immediatamente.

NON C’È TRUCCO, NON C’È INGANNO

Il trucco è bello quando non si vede. Questo a molte donne sfugge completamente. La vostra bellezza sta nella testa, ricordatelo. Giusto enfatizzarla un minimo per carità, ma cospargersi la faccia con i colori più assurdi, per poi riversarli in mare dopo il primo tuffo è abbastanza inutile nonché nocivo per la salvaguardia ambientale. E per voi, che riemergerete con indicibili sbavature degne di un quadro astratto. A meno che non stiate utilizzando le polverine body powder tutte naturali di Bijoux Indiscrets, perfette per una pelle bronzea tutta da baciare. In media, si stima che il 76% degli uomini italiani adori guardare la propria donna struccata. Prendete questa percentuale e fatene tesoro. A meno che non siate Moira Orfei. In quel caso, e solo in quello, siete autorizzate a dichiararvi portatrici sane di trucco convulso. L’unico inconveniente sta nel tornare a casa con un elefante. Proboscide a parte non sarà una bella compagnia. Credeteci.

make up fluo

PINNE, FUCILE ED OCCHIALI DA SOLE

Che siano o meno graduati, gli occhiali da sole sono un accessorio utile e stiloso indice di personalità. Potrete usarli per le passeggiate, o per le uscite mattutine e pomeridiane. O ancora, tenerli in mano mordicchiando leggermente una delle due asticelle durante conversazioni galanti. Sensuale ed elegante, questo è un gesto in stile Lolita da giocarsi almeno una volta al giorno, tutta l’estate. Gli uomini si dicono estasiati dal movimento correlato bocca asticella/asticella bocca. Chissà come mai. Vogliamo confidarvi un segreto però: gli occhiali non fanno parte del vostro volto. Se prendete il sole, toglieteli (eviterete così l’effetto panda) e lo stesso fate in acqua. Non siete sub e non dovete sondare i fondali marini. Godetevi il bagno in libertà e concentrate nei gesti la vostra convinzione di piacere e piacervi.