Che ne dite di una sveltina? 5 luoghi dove fare sesso mordi e fuggi

La sveltina, questa grande compagna di vita, presente nelle nostre fantasie sessuali più di un barattolo di nutella munito di cucchiaino. Poter mettere in pratica le proprie fantasie sessuali senza badare troppo alla prestazione, in questo caso inversamente proporzionale all’eccitazione, è quel tocco in più che fa bene alla coppia, alla salute e al proprio appagamento sessuale. Sarebbe bello che l’istinto partisse da entrambi, uno sguardo fugace e via, con i vestiti che si disintegrano e l’amore che prorompe. Ma quanto deve durare un sveltina? Secondo una ricerca effettuata da Society for Sex Therapy and Research, risulta che il sesso veloce debba durare dai 3 ai 13 minuti, non oltre. I pazienti di oltre cinquanta sessuologi e medici intervistati, tutti americani e canadesi, ritengono che sotto i 3 minuti il rapporto sia troppo breve e sopra i 13 troppo lungo. Ad indicare, ancora una volta, quanto l’appagamento sessuale prescinda dall’orgasmo vero e proprio ma sia piuttosto di natura psicologica. Assodata la durata dei rapporti sessuali per così dire “speedy”, elenchiamo i luoghi principali dove scatenare le proprie voglie di sesso mordi e fuggi. Già fatto? Ehi, aspettate almeno di finire l’articolo!

sveltina


SVELTINA IN BAGNO

Il bagno, benché luogo poco igienico, è la parte di ogni locale, treno, aereo, casa o quello che vi pare, che vi permetterà di nascondervi con l’eccitante probabilità di essere disturbati. È il luogo dove ritrovarsi dopo un cenno d’intesa quasi invisibile, per poter fare esplodere tutta l’eccitazione che non riesce più a restare dentro. La sveltina in bagno resta il top dei classici. Scovare due amanti è semplice: cercate in bagno.

SVELTINA IN UFFICIO

La sveltina in ufficio, parte integrante dei giochi di ruolo, ha tutto il fascino del proibito perché in un luogo deputato ad altro. Il capo che vi guarda in maniera sempre un po’ ambigua o quel collega che non perde occasione per trattenervi oltre l’orario d’ufficio con molta probabilità apprezzerebbero quei 3-13 minuti di sesso sulla scrivania. Magari utilizzando anche qualche pratica bondage alla 50 Sfumature di Grigio o qualche bel vibratore rabbit. Se una donna vuole, può: attente a non esagerare però! Chi troppo vuole nulla stringe e direi che, in questo caso, qualcosa da stringere serve. 

SVELTINA IN MACCHINA

Generazioni intere hanno perso la verginità con una sveltina in macchina. Quel momento in cui non sai che fare, che dire, come muoverti. Quel momento in cui non sai neppure se respirare o meno. Eppure sei lì, con l’eccitazione che corre più rapida di un motore truccato. E quante di noi non sono riuscite ad aspettare di rientrare a casa e si sono arrovellate in posizioni scomode ma tanto ambite proprio in auto? La sveltina in macchina rimane un classico, anche perché tra i giovani che non hanno una casa dove andare è l’unico modo per poter consumare il proprio amore verso il partner. Ricordate però: state lontane dai luoghi troppo isolati e guardate bene dove mettete le mani. Quello al centro, durissimo ed enorme, al 90% è il freno a mano!

SVELTINA AL PARCO

Parco pubblico mon amour. Un posto dove i più esibizionisti possono sbizzarrirsi in varie performance e soprattutto, dove si possono trovare decine di anfratti e nascondigli in grado di celare la vostra voglia di godere. Dietro un grosso albero, su una panchina isolata, in una grotta naturale, in un prato dove non c’è passaggio continuo, importa poco, la sveltina al parco è un must per gli amanti della natura e dell’istinto. Il solo pensiero di essere visti o spiati da passanti occasionali, vi eccita come poco altro? Perfetto. Il parco più vicino?

SVELTINA AD UNA FESTA

Farsi una sveltina ad una festa non è una pratica per tutti. Bisogna essere impavidi e solitamente molto, ma molto ubriachi. Quando la musica diviene troppo alta per le parole e gli occhi proprio non si staccano da quel tipo in fondo con quella bella camicia rossa è arrivato il momento di agire. 13 minuti saranno anche troppi: trovate una stanza isolata, il bagno o il giardino (condizioni climatiche permettendo) e via. Giusto il tempo di darsi una sistemata e si ritorna in pista. Per capirci: facciamo che il ragazzo con la camicia rossa sia il vostro compagno e non uno sconosciuto eh?