SPEDIZIONE GRATUITA SOPRA I 25€ • PACCO ANONIMO • PAGAMENTO IN CONTANTI
29.615 recensioni certificate

Bondage e Sadomaso

Assurto a vero e proprio fenomeno di tendenza grazie al romanzo e al film"50 Sfumature di Grigio", il bondage è in realtà un'arte secolare che attinge dallo shibari giapponese, a sua volta derivante dalle tecniche di sottomissione dell'arte marziale Hojojotsu messe in pratica nel teatro Kabuki. Il bondage si fonda sui concetti di legame, prima fisico e poi spirituale, e di fiducia, ovvero di voluta sottomissione al partner, ecco perché viene spesso associato al BDSM e a pratiche sessuali come lo spanking e il blindfolding. I suoi strumenti? Fruste e paddle, maschere e bende per gli occhi, manette e fasce, spesso in raso e confezionate con eleganza. 

Loading...
Prezzo
Diametro
Lunghezza
Colore
Stelle
Genere
Taglia
Materiale
Stimolazione
Marca
Mostra più filtri

CHE COS'E'?

Secondo un recente sondaggio, il bondage è stato sperimentato almeno una volta da circa il 64% delle donne italiane. Consiste principalmente nel legare, tra di loro o alle sponde di un letto o di una sedia, mani e piedi del partner con manette (raramente di acciaio), nastri,fasce e polsini, possibilmente in abbinamento alla limitazione della vista attraverso l’uso di maschere (blindfolding) o a sculacciate più o meno vigorose con gli spanking paddle. L’estrema carica erotica di questa pratica sessuale che può fungere da preliminare o essere svolta durante l’atto sessuale vero e proprio, non deriva tanto dal “legame” o dalla parziale immobilizzazione in sé e per sé, quanto dalla percezione di intraprendere qualcosa di inconsueto e trasgressivo e dalla possibilità di esercitare un controllo sul piacere altrui. Ai più timidi basti sapere che il bondage non va relegato esclusivamente alle pratiche fetish e sadomaso, ma è un modo innocuo ed esaltante per movimentare la vita di coppia, che ne uscirà sicuramente più unita di prima!

PRATICA SESSUALE O ARTE? 

Contrariamente a quanto si pensa, il bondage, che consiste nel legare il corpo del partner con corde, sciarpe e nastri, non è una pratica sessuale violenta e perversa, ma si tratta di una vera e propria forma d’arte che trae origine da rituali giapponesi risalenti al XV secolo e che non degrada, ma anzi nobilita l’atto sessuale, introducendovi tutto un universo di rimandi ed implicazioni psicologiche che la sola penetrazione esclude completamente. Il bondage, reso famoso solo in tempi recenti da “50 Sfumature di Grigio”, è molto più di una pratica sadomasodi dominazione e sottomissione: il motivo del “legame”(tra uomo e uomo, ma anche tra umano e divino) si concretizza in un luogo e in uno spazio in cui al “legato” viene riconosciuta piena stima ed autorità. In Giappone, infatti, la polizia ed i samurai adottavano questa tecnica per immobilizzare i prigionieri ed identificarne lo status sociale: le trame, le forme e i disegni delle corde, tutte dello stesso materiale, canapa e juta, rendevano possibile riconoscere il lignaggio del prigioniero in modo da portargli il dovuto rispetto. Da allora la tecnica è diventata arte, prima marziale (lo shibari) e poi sessuale, grazie alle sapienti geishe che ne hanno saputo riconoscere gli effetti benefici sulla vita erotica di coppia. Il bondage, infatti, basandosi su un rapporto di fiducia dove il partner “legato” sceglie di affidarsi ciecamente a colui o colei che lo lega e dove si sovvertono le consuete dinamiche di dominatore-dominato, è davvero in grado di contribuire a rinsaldare l’intimità a due.

LE TIPOLOGIE 

A seconda delle parti del corpo coinvolte, degli strumenti utilizzati e dell’intensità del “legame”, il bondage può essere suddiviso in: soft Bondage, il più diffuso, in cui vengono legate solo le estremità del corpo con corde, manette e fasce; mummification bondage, cioè l’immobilizzazione completa del corpo del partner fino alla deprivazione sensoriale; suspencion bondage, che prevede la sospensione del corpo mediante corde e cavi, ed infine hair bondage, ovvero un insieme di legature sui capelli volto alla sola immobilizzazione della testa.

OGGETTI BONDAGE, SADOMASO E GLI ACCESSORI 

Il piacere è davvero totale solo quando non si trovano ostacoli lungo il suo cammino e non si hanno altri pensieri per la testa. A maggior ragione col bondage, dove bastano manette e corde sbagliate perché l’atmosfera si raffreddi in un nano secondo. Per andare sul sicuro, basta affidarsi al re di tutti i kit: Hard Limits di 50 Sfumature di Grigio, dalla cinghia e dalle manette in raso e velcro regolabile, adatto a tutti i tipi di letto e dotato di mascherina per gli occhi in raso imb