Guida ai toys

Ciao a tutte, sono Ilenia e ho un piccolo problema... contraccettivo! Per varie ragioni ho dovuto smettere di prendere la pillola, e con il mio ragazzo abbiamo ricominciato a usare il preservativo. Solo che, dopo qualche ora dal rapporto, lui inizia a lamentare prurito e bruciore, oltre che una sensazione di gonfiore... proprio sul pene! Inizialmente ho sminuito un po' la cosa, ma effettivamente sta proprio male e adesso non vuole più saperne di usare il profilattico! Io d'altra parte non voglio saperne di usare spirale o diaframma... Cosa mi consigliate? Grazie!

Cara Ilenia, con ogni probabilità il tuo ragazzo è allergico al lattice! L'allergia al lattice non è diffusissima, ma può dare problemi che vanno dal lieve arrossamento e prurito (come nel caso del tuo ragazzo) allo shock anafilattico. Quindi, meglio evitare di insistere! La buona notizia, però, è che tutti i migliori brand di preservativi hanno tra le loro proposte anche preservativi senza lattice, pensati proprio per i più sensibili e gli allergici. Realizzati in materiali alternativi come il poliuretano e il poliisoprene, garantiscono la stessa protezione e lo stesso comfort dei preservativi in lattice, ma senza rischio allergia! Provate Latex Free di Control (che sono anche ultrasottili!) oppure tutta la linea Skyn di Akuel. I nostri preferiti? Skyn Extra Lubricated, già lubrificati!

Ciao ragazze di MySecretCase! Mi chiamo Elisa e vi scrivo perché qualche mese fa ho comprato da voi una Mooncup A. Ero molto entusiasta all'idea di usare la coppetta mestruale ma, purtroppo, da quando la uso mi è capitato diverse volte di avere bruciore nel fare la pipì, se non veri e propri episodi di cistite! Non mi è quasi mai capitato di soffrirne in passato, e adesso sono un po' preoccupata... c'è qualcosa che sbaglio nell'utilizzo? A me sembra di inserirla correttamente, solo ogni tanto mi sembra di sentire un po' “schiacciare”... Datemi una dritta, please! Non voglio rinunciare alla coppetta!

Ciao Elisa! No, non saremo certo noi, fan sfegatate della coppetta, a proporti di rinunciare! La coppetta mestruale è uno dei dispositivi mestruali più igienici e rispettosi della fisiologia femminile quindi, se scelta e usata correttamente, riduce drasticamente il rischio di infiammazioni e infezioni come, appunto, la terribile cistite. Se non pulita correttamente o se scelta della misura sbagliata o troppo rigida, però, può dare qualche disturbo. E il fatto che tu ogni tanto senta “schiacciare” mi fa pensare proprio che la Mooncup A non sia la coppetta giusta per te: potrebbe essere un po' troppo grande e andare a comprimere leggermente l'uretra. Se hai meno di trent'anni e non hai avuto parti vaginali, forse per te può essere più indicata la Mooncup B, o la Sensitive Eve, leggermente più piccole. Prova a cambiare coppetta, ricordati di maneggiarla sempre con le mani pulitissime e di sterilizzarla tra un ciclo e l'altro in acqua bollente, per poi riporla in un contenitore pulito, possibilmente un sacchetto in fibre naturali! Facci sapere!

Buongiorno! Siccome ho la pelle molto delicata, sto cercando un olio da massaggio dalla formula più naturale possibile. Non so ancora a cosa sono allergica, ma alcuni gel erotici che ho utilizzato in passato mi hanno procurato diverse irritazioni, una volta persino un eczema. Come mi devo regolare con gli ingredienti?

Buongiorno a lei! Per andare sul sicuro le consigliamo di utilizzare la candela da massaggio Titillating Massage Candle di YESforLOV, composta esclusivamente da sostanze idratanti, delicate ed emollienti come la soia, il cocco e il sesamo. Se è preoccupata della consistenza, le assicuriamo che questa candela, rispetto ad altre che sono più pastose, riesce a produrre, a patto che sia lasciata accesa per diversi minuti, un olio molto liquido, sensazionale al contatto con la pelle. Se invece preferisce un olio pronto-uso da portare ovunque e che possibilmente abbia un pratico dosatore, ora c'è la nuova linea ORGANICA di Shunga, i cui prodotti sono al 100% realizzati con olii naturali spremuti a freddo senza tracce animali o minerali. In ogni caso, faccia sempre attenzione ai materiali indicati nei “dettagli tecnici” di ogni prodotto: se legge “100% vegetale” non corre alcun rischio!

Ciao ragazze, sono Walter. Siccome ultimamente sono un po' stressato, sto cercando un gel o crema ritardante per posticipare l'eiaculazione. Finora ho provato solo i preservativi ritardanti ma non hanno funzionato granché, questa sarebbe la mia prima volta con un prodotto alternativo. Consigli? Ma soprattutto, come si usa? Lo si deve lasciar assorbire oppure lo si può mettere subito prima della penetrazione? Grazie per l'aiuto!

Ciao Walter, certamente, capita a tutti – anche alle donne – di avere orgasmi incontrollati, no panic! Il ritardante più famoso ed utilizzato è il Manhood Penis Delay di Velv'Or, da spruzzare traversalmente lungo tutto il pene, meglio se già eretto, con particolare attenzione alla base e alla punta. Bastano anche 3-4 spruzzi, non di più, subito prima della penetrazione. Se invece pensi di partire con preliminari e sesso orale, segui bene queste raccomandazioni: lascia assorbire lo spray massaggiandolo e tenendolo all'aria, lavalo con poche gocce d'acqua (non corrente) e tampona con un asciugamano. È importante che la partner non ingerisca il prodotto, anche se non è tossico. Dovrebbe funzionare, se così non fosse, siamo qui!

Salve! Vi scrivo perché mi sono finalmente arreso alla stimolazione anale da parte della mia ragazza e vi confesso che mi è piaciuto molto. Ora vogliamo provare il pegging e abbiamo già comprato lo Share XS di Fun Factory di modo che lei possa indossarlo e penetrarmi. Potreste consigliarmi un buon lubrificante che funzioni, duri a lungo e non venga sprecato tutto in una sola volta? Grazie!

Ciao! Siamo felici che tu voglia provare qualcosa di nuovo, noi siamo state tra le prime a parlare di pegging in Italia e siamo certe che, se fatto nella maniera giusta, non potrà che piacerti! Allora, ti avremmo subito consigliato un qualsiasi lubrificante al silicone (si asciugano meno in fretta, durano di più e ne basta una noce abbondante), ma poi ci hai detto che utilizzerete un dildo al silicone e quindi dobbiamo fare retrofront! I lubrificanti al silicone sono infatti sconsigliati nell'uso combinato con sex toys dello stesso materiale (come lo Share XS) perché l'insieme, a lungo andare, può risultare corrosivo. Puoi però ripiegare sui lubrificanti anali, che trovi tutti sotto la categoria “lubrificanti” o al limite sugli ibridi come l'Hybrid Lubricant dell'ottima marca System Jo, duraturi e allo stesso tempo delicati sui sex toys. Facci sapere come va, al prossimo pegging!

Salve! Sto vedendo le vostre mutandine vibranti, ma non ho capito bene come funzionano: il vibratorino è attaccato o staccato? In quest'ultimo caso dove s'infila? Il Secret Panty, ad esempio, funziona a distanza? E che differenze ci sono tra appunto il Secret Panty e l'App Massager di OhMiBod? Scusate le mille domande, ma vorrei capire se le mutandine sono realmente indossabili ovunque!

Ciao! Il minimo comune denominatore di tutta la categoria "mutandine vibranti" è la combinazione mutandine + mini vibratore. Quest'ultimo, però, può variare notevolmente da modello a modello. I Secret Panty dispongono di un telecomando wifi che, a distanza comunque ravvicinata di 2-3 metri, regolano le 10 vibrazioni del bullet, che in questo caso, è rimovibile. Per giochi erotici di coppia più tecnologici, bisogna invece passare all'App Massager di OhMiBod, che presuppone uno smartphone con dispositivo bluetooth. Anche in questo caso, però, la distanza massima tra smartphone e vibratore dev'essere di 10 metri. Se vuoi fare giochi a distanza ancora maggiore, l'unica è lasciar perdere le mutandine e vertere sul We Vibe 4 Plus, vibratore wireless da utilizzare via applicazione. Le mutandine vibranti più semplici in assoluto, queste sì da indossare sotto i pantaloni anche quando sei in giro, sono quelle di Love Rider, con mini vibratore integrato nelle mutandine che vibrano non appena clicchi sul pulsantino nero del bullet.

Buongiorno! Io indosso da diversi mesi l'anello anticoncezionale, ma mi chiedevo: come faccio a fare gli esercizi di kegel con l'anello? Interferisce con le palline? Non vorrei toglierlo apposta, ecco, però comincia a uscirmi qualche gocciolina di pipì quando starnutisco e non vorrei cominciare in età così precoce a soffrire di incontinenza da stress (ho 34 anni). Aiutatemi, grazie!

Buongiorno! Non sappiamo quale anello tu indossi né se sia stata tu ad introdurlo o la tua ginecologa, ma i nostri consigli sono due: o tieni le palline vaginali in basso, come fossero un tampone o una coppetta mestruale, di modo da non farle sbattere contro l'anello posizionato subito davanti alla cervice (quindi in fondo rispetto al canale vaginale in cui inserisci le palline), oppure aspetta quell'unica settimana in cui lo puoi togliere, sempre che non sia quella in cui ti vengono le mestruazioni, dove fare gli esercizi di kegel non sarebbe un problema tanto fisiologico quanto igienico. Se sei stata tu ad inserire l'anello, è sufficiente che tu lo spinga in fondo (il canale vaginale non è infinito, quindi non si perde) e che in basso tenga le palline. Altrimenti, se sei solita rivolgerti alla tua ginecologa di fiducia, affidati a lei, saprà sicuramente come consigliarti!

Buongiorno a tutte! Io ho un problema: quando faccio sesso con il mio ragazzo, non riesco a lubrificarmi. Non è che non mi ecciti né che lui non mi dia sicurezza, anzi, lui è molto delicato e paziente, però non c'è verso, la mia vagina è sempre troppo secca. La penetrazione è quindi sempre molto faticosa e fastidiosa, al punto che due volte ho avuto delle piccole abrasioni che mi hanno fatto uscire un po' di sangue. Ho provato con l'olio di mandorla e con il Play Eternal che avevo già in casa, ma a lui non piace rimanere poi tutto appiccicaticcio, della serie che proprio gli scema la voglia. Cosa mi consigliate di usare senza ricorrere subito a soluzioni drastiche?

Ciao! Ovviamente dipende dalla durata e dall'intensità del malessere, però le strade da provare prima di correre dal sessuologo/psicologo sono ancora molte. Hai mai pensato, ad esempio, alla scelta di un lubrificante vaginale? Ce ne sono di ottimi, come quelli completamente naturali di Intimate Organics, in particolare l'Organic G-Spot Stimulating Gel e il Tightening Pleasure Gel per i muscoli vaginali, o la serie Solution di Zini con L-Arginina per elasticizzare le pareti. Nella sezione “lubrificanti vaginali” potete scegliere insieme quello che fa al caso vostro, tutt'al più che la loro formula ad acqua non unge e non appiccica. Se ciò non dovesse bastare, ti consigliamo il laser tascabile Aurora di Lowe, forse un po' dispendioso ma rivoluzionario: basterà puntarlo sulle piccole e grandi labbra per pochi minuti per riattivare la circolazione e predisporti meglio alla penetrazione. Speriamo di esserti state utili!

Ciao a tutte, sono vegana da circa due anni ma mi pongo il problema solo ora perché fino a poche settimane fa avevo una relazione stabile in cui non si usava alcun metodo contraccettivo. Potreste indicarmi i prodotti che posso usare con certezza? O perlomeno cosa e dove guardare? Per me è importantissimo non solo che non abbiano lattice, ma anche che non siano testati sugli animali. Grazie mille!

Ciao! Domanda non solo legittima ma anche interessantissima, grazie a te per avercela posta! Allora, per quanto riguarda i condom, vai sul sicuro con quelli senza lattice, esplicitamente indicati sotto la categoria “preservativi senza lattice”. Quanto ai sex toys, invece, vanno bene tutti quelli in 100% silicone medicale (se scegli Lelo o Fun Factory hai la certezza che non siano lavorati con grassi animali), i dildo di SexArtStudio in legno lavorato a mano dell'artista italiano Jan Incoronato oppure i dildo in vetro temperato di Gläs. Ai cosmetici (kissable, shower gel, candele ad olio) bisogna prestare un'attenzione in più, ma ce ne sono molti che possono fare al caso tuo, come gli Organic Oil di Shunga per il massaggio erotico, i lubrificanti Bioglide 100% biologici e vegan-friendly e quelli di Intimate Organics. Altrimenti ci sono l'Organic Glide di Viamax e l'Organic Lubricant di System Jo. Ce ne sarebbero anche altri, ma su questi puoi stare sicura al 100% di rispettare ogni essere vivente, a partire da te stessa!

Ciao a tutte! Vorrei comprare un'harness da usare con la mia compagna, ma è molto importante che dietro sia aperta per poi scambiarci e poter fare sesso anale tranquillamente senza star lì a slacciare, togliere, ecc. Stavo vedendo la Ooh! Strap On Harness di Faire Hommage, ma non riesco a capire due cose: se dietro lascia completamente scoperto il sedere e se è necessario comprare un dildo o un vibratore dell'esatta misura del cerchio al centro. Potete aiutarmi?


Ciao! L'harness che stavi guardando è ottima per tutta una serie di motivi: è in vera pelle quindi delicatissima sul corpo, è molto esile ed ergonomica per cui evita l'effetto-imbracatura assomigliando decisamente a un tanga, e presenta due anelli di diametro diverso da sfilare in maniera molto pratica e veloce attraverso le chiusure in velcro. Per quanto riguarda i dildo da scegliere, invece, ti consigliamo due strade: o compri prima l'harness e poi, sulla base del diametro degli anelli, guardi quali dildo presentano il diametro più vicino a quello di uno dei due anelli in dotazione, oppure scegli semplicemente uno qualsiasi dei dildo strap on o falli indossabili che trovi sul sito. Le misure degli anelli sono abbastanza standard, ovvero calibrate sul diametro medio della maggior parte dei dildo in commercio. I dildo inoltre sono in silicone quindi abbastanza elastici, non dovrebbe essere un problema inserirli in maniera stabile quantomeno in uno dei due anelli. Speriamo di esserti state utili, a presto!

Ciao ragazze! Me ne vergogno un po' ma ho 18 anni e sono ancora vergine, nel senso che non ho mai fatto sesso penetrativo. Finora mi sono sempre toccata, o mi sono lasciata toccare, il clitoride, ma sto cercando qualcosa di diverso che possa anche prepararmi alla penetrazione. Il motivo infatti per cui rimando sempre la mia prima volta è che sono terrorizzata dal dolore fisico e quindi sono sempre contratta. Qual è il sex toy più giusto per “spianarmi” la strada? Grazie per l'aiuto!

Ciao cara! Ma quale vergogna, alla tua età, checché ne dicano le tue amiche, è normale essere vergini. Se poi ci stai provando da anni ma non ci riesci perché appunto sei troppo tesa, allora questo è un altro discorso. Esistono certamente dei sex toys che possono aiutarti a prepararti non tanto fisicamente quanto psicologicamente all'ingresso di un corpo estraneo, ma evitiamo di consigliarti quelli troppo spessi, perché bisogna tassativamente procedere per gradi onde evitare di farsi del male inutile. I vibratori mini, ad esempio, che sono più piccoli, compatti e tendenzialmente meno potenti, sono i più indicati per cominciare a penetrare con delicatezza. Diciamo che il processo è: vibratore clitoride per la stimolazione esterna, vibratore mini per la stimolazione interna e solo in un secondo momento il vibratore classico. Ti consigliamo di cominciare con Discover di Lovelife di OhMiBod o Ipo di Pico Bong, specificatamente pensati per ragazze che desiderano un approccio più soft al piacere. Ah, mi raccomando: non dimenticarti mai del lubrificante, nel tuo caso meglio se vaginale, che è più delicato. Mettine un po' sulle labbra vaginali e sul vibratore e... facci sapere come va!

Salve! Tempo fa ho acquistato da voi un vibratore rabbit, precisamente Amorino di Fun Factory, e mi chiedevo se potesse andare bene anche per la penetrazione anale. Ho letto sul vostro sito che, per questioni di sicurezza, l'ideale sarebbe che il vibratore avesse la base più larga del corpo così da non rischiare di scivolare all'interno dell'ano, giusto? Se è per questo il vibratore rabbit avrebbe una base che ne ostacola l'inserimento totale, non posso quindi usare il mio? Grazie per la risposta!

Ciao! Hai perfettamente ragione sul fatto che il vibratore rabbit non corra il pericolo di scivolare dentro l'ano per via dello stimolatore clitorideo più corto posto in prossimità della base che effettivamente funge da “blocco”, però riconosci un vibratore rabbit valido per il tuo scopo da uno che non lo è dalla distanza tra il corpo centrale e quello deputato alla stimolazione del clitoride: se troppo corta, infatti, consente di inserire nell'ano solo la punta del corpo centrale e non tutto il vibratore fino in fondo, e questo perché il design del rabbit è studiato sull'anatomia vaginale femminile. I vibratori anali, invece, sono lunghi e non hanno altre braccia o prolungamenti che ne ostacolino l'inserimento fino al manico (dove però c'è la base di sicurezza che evita l'effetto-supposta). Nel caso dei vibratori anali con stimolatore prostatico annesso, invece, esiste sì un braccio più corto, ma molto esile e fatto a pallina, comunque diverso da quello del rabbit (vedi Pearly o Stubby, sempre di Fun Factory). In conclusione, il vibratore rabbit non è l'ideale per un sesso anale soddisfacente, ma se anche ci provi non succede nulla, potresti anche scoprire che per la tua anatomia va benone!

Salve a tutte! Sto cercando un vibratore da poter utilizzare mentre faccio il bagno, quindi da immergere completamente dentro l’acqua. Nelle vostre descrizioni prodotto e nelle specifiche tecniche leggo a volte “impermeabile”, altre “a prova di schizzo”, altre ancora “waterproof”, ma non capisco se siano sinonimi oppure no. Non vorrei ritrovarmi a pagare 100 e passa euro per un vibratore per poi rovinarlo subito alla prima immersione senza poter neanche fare il reso. Potreste aiutarmi?

Ciao! La tua è una domanda più che legittima, perché una volta ci è capitato di non poter aiutare una cliente che, non avendo letto attentamente le istruzioni interne alla scatola (accorgimento che consigliamo sempre di fare pur avendo già letto la descrizione prodotto sul sito che è sì informativa, ma non del tutto esaustiva per ovvie ragioni di spazio), aveva immerso un toy dichiaratamente splashproof, cioè a prova di schizzo. Ecco quindi le differenze: mentre impermeabile e waterproof sono sinonimi e denotano un prodotto immergibile, splashproof vuol dire che il vibratore resiste agli schizzi, ma non alla totale immersione. Molto spesso, infatti, le case di produzione la inseriscono come qualità, quando in effetti farebbero prima a dire “attenzione: non impermeabile”! Funziona un po’ come per gli orologi: a meno che non siano subacquei, diffidare sempre di quando da qualche parte c’è scritto che sono resistenti all’acqua, qualche schizzo sul quadrante non significa permanenza per interi minuti nell’acqua che poi finisce negli ingranaggi e chi s’è visto s’è visto. Assicurati dunque che nei dettagli tecnici ci sia scritto “impermeabile” (lo sono quasi tutti i prodotti di Lelo e Fun Factory), altrimenti addio vasca!

Ciao ragazze! Siccome il mio fidanzato è un patito di iPhone, iPad e tutto il mondo Apple, vorrei regalargli per San Valentino un vibratore da sincronizzare allo smartphone e che funzioni anche ad una distanza significativa. Leggevo in alcuni che funzionano solo ad una distanza di 10 metri, forse un po' pochino perché praticamente dovremmo trovarci nella stessa stanza e a quel punto non ci sarebbe molta differenza con un ovetto vibrante, no? Potreste consigliarmene uno che regga una distanza maggiore? Grazie mille!

Ciao! Ormai ce ne sono diversi, ma effettivamente non è sempre chiaro quale sia la distanza massima sostenuta. Ti consigliamo quindi il vibratore wireless più performante in termini di tecnologia e più sicuro in termini di qualità: We Vibe 4 Plus, il vibratore wireless con app WeConnect disponibile sia per iOS 7 o successiva (quindi dall'iPhone 4 in poi), sia per Android 4.3 e versioni successive. Con l'app WeConnect puoi scegliere e modulare le vibrazioni a distanza e creare nuove playlist da tenere memorizzate per il prossimo utilizzo, inoltre puoi giocare anche da continenti diversi. Con We Vibe puoi star sicura: forse è un po' più costoso degli altri, ma è un prodotto di altissimo livello. L'iPhone dei vibratori, insomma!

Ciao a tutte! Lo confesso, odio fortissimamente le mie mestruazioni! Non c'è proprio verso che io trovi una soluzione agevole: gli assorbenti esterni mi irritano la pelle, gli interni e la coppetta mi sono stati sconsigliati dalla mia ginecologa per via della cistosi ovarica, allora mi sono informata e sono venuta a conoscenza degli assorbenti lavabili, ma sono un po'perplessa. Riesce ad assorbire un flusso molto abbondante? Si rimane poi tutto il giorno con l'assorbente umido? No perché non vorrei che facesse l'effetto “pannolone”. Grazie per la risposta!

Ciao e grazie a te! Gli assorbenti lavabili, nella fattispecie i Lunapads, che sono tra i migliori in circolazione, funzionano esattamente come i normali assorbenti esterni, con la differenza che possono essere riutilizzati e che, essendo in cotone 100% biologico, non irritano la pelle. Per la precisione si tratta di “strisce” di cotone con sottilissima pellicola in nylon che scongiura il pericolo di gocciolamento e con ali da agganciare alle mutandine tramite bottoncino automatico. Proprio come gli altri assorbenti vanno sostituiti, per cui è bene avere una striscia di ricambio, e vanno selezionati sulla base del proprio flusso. Per lavarli, bastano acqua e sapone, non usare la candeggina, che li sfibra e logora. Per il resto, si tratta di assorbenti esterni in tutto e per tutto con il vantaggio di essere igienici,economici ed ecologici. Vale la pena tentare!

Buongiorno! Vorrei comprare un cockring ma sono molto combattuto: anche se leggo le dimensioni del diametro e le confronto con quelle del mio pene, ho comunque paura che mi vada stretto e che mi procuri qualche incidente indesiderato, non vorrei finire a ER – Tutta colpa del sesso! Non vorrei sembrare ipocondriaco, ma ho sentito dire che per uno scherzo del genere può anche venire il priapismo! Vi prego di essere il più possibile sincere...

Buongiorno a te! Ti confessiamo che si tratta di una delle preoccupazioni più frequenti, per cui cogliamo la palla al balzo per rassicurare te e tutti gli altri che in passato hanno fatto la stessa domanda: i cockring o anelli fallici sono realizzati in silicone medicale extra-flessibile, proprio per allargarsi all’occorrenza ed aderire al pene quanto basta per stringerlo senza soffocarlo. Le misure solitamente sono calibrate su quelle di un pene medio, per cui se sai di avere un pene dal diametro davvero considerevole, ti consigliamo di munirti di metro e procedere con le misurazioni finché non trovi il cockring più vicino alla tua taglia. Quanto al priapismo, si tratta di situazioni al limite dovute magari ad una patologia preesistente o a forzature esageratamente rischiose, il cockring va indossato a pene eretto e con un po’ di lubrificante, si capisce subito se entra o no. Il materiale comunque non è rigido, per cui puoi allargarlo fino a 1-1,5 cm di diametro in più senza controindicazioni! Scegli con tranquillità, se poi non dovesse andare bene, puoi sempre fare il reso!

Buongiorno, sono Luca e scrivo dalla provincia di Palermo. Il paese in cui abito io è davvero piccolo e quando devo comprare i preservativi o mi accontento della farmacia oppure, per trovare un po’ di varietà, mi tocca guidare fino al centro più vicino. Per questo sarei molto tentato dall’idea di comprare preservativi online, ma vorrei capire se c’è un numero di pezzi minimo per l’acquisto e se i tempi di consegna sono molto lunghi. Grazie!

Ciao Luca, grazie per averci scritto! L’idea di comprare preservativi online è ottima, e non lo diciamo solo per tirare acqua al nostro mulino: ordinare preservativi online significa avere una vastissima possibilità di scelta, e avere tutto il tempo per confrontare prodotti e prezzi senza far aspettare la vecchietta che è in coda in farmacia dietro di te per comprare le pastiglie per la pressione! Ordinando su MySecretCase non esiste un numero di pezzi minimo, anche se quello che ti consigliamo è di fare un ordine che ti permetta di ammortizzare le spese di spedizione (non ha molto senso pagare 3,90 € su un ordine di 6,90 €, per esempio!), magari comprando sia i preservativi che sei abituato a utilizzare e con i quali ti trovi bene, sia qualcosa di diverso che ti incuriosisce. E se completi l’ordine entro le 14:00, il tuo pacco anonimo sarà da te in 48 ore. Perciò dai, non essere timido, prova l’ebbrezza di comprare preservativi online…  vedrai che non potrai più farne a meno!

Ciao a tutto il team di MySecretCase!

Sono un vostro quasi cliente. Dico “quasi” perché è da qualche giorno che cerco di scegliere un sex toy da acquistare, ma c’è un dubbio di fondo che mi attanaglia: ma l’anello vibrante, come funziona? Cioè, mi sembra di capire abbastanza chiaramente quale sia la sua funzione, e infatti vorrei prenderne uno per durare un po’ di più. Ma quello che non mi è chiaro è proprio come usare l’anello vibrante e come mettere l’anello vibrante. Mi potreste dare qualche indicazione? Poi mi decido a comprarne uno, promesso!
Giulio

Caro Giulio,
hai fatto benissimo a scriverci! È normale non avere le idee chiarissime sui sex toys, soprattutto se non se ne è mai provato uno. Gli anelli vibranti sono un ottimo modo per addentrarsi nel mondo dei sex toys, perché sono sì efficaci e stimolanti, ma non sono niente di troppo “invasivo”. Come dicevi tu, un anello vibrante aiuta a prolungare la durata dell’erezione, ma in più con le sue vibrazioni stimola sia il pene sia clitoride e vulva: consigliatissimo! Per quanto riguarda i tuoi altri dubbi, cioè come mettere l’anello vibrante e come usare l’anello vibrante, possiamo rassicurarti: è più semplice a farsi che a dirsi. Devi indossare l’anello vibrante a pene eretto, infilandolo alla base del pene e tenendo la parte che contiene il bullet vibrante rivolta verso l’alto, perché sarà quella che andrà ad appoggiarsi al clitoride durante il rapporto sessuale. A questo punto non dovrai fare altro che far partire le vibrazioni, premendo il pulsante di accensione oppure, se deciderai di comprare un anello vibrante di ultima generazione (come il nuovissimo Lifeguard di PicoBong), attivandolo attraverso l’app dedicata. Speriamo di essere state utili, adesso aspettiamo il tuo ordine… o una tua richiesta di ulteriori chiarimenti!

Buongiorno, sono Marina e scrivo da Catania. Da sempre uso i preservativi Control, perché sia io sia il mio compagno ci troviamo molto bene. Da qualche tempo soffro di secchezza vaginale e quindi vorrei iniziare a usare un lubrificante. Ma come si usa un lubrificante Control? Va messo sul preservativo o sulla vagina? In quale quantità? Grazie!

Gentile Marina, grazie a te per averci scritto. Il lubrificante Control si usa come tutti gli altri lubrificanti: può essere applicato sul pene (dopo aver indossato correttamente il preservativo, mi raccomando!) o sulla parte esterna della vagina, sia prima sia durante il rapporto. La funzione del lubrificante Control è infatti quella di facilitare la penetrazione, riducendo l'attrito e il conseguente fastidio. Per quanto riguarda le quantità, dipende da voi: una noce può essere sufficiente, ma se desiderate una sensazione di maggior "scorrevolezza" potete anche abbondare, o aggiungerne di nuovo durante il rapporto sessuale. Ora che ti è chiaro come si usa il lubrificante Control, non aspettare a usarlo: prova il Pleasure Gel Aloe, a base acqua e lenitivo grazie all'Aloe Vera, pensato apposta per i casi di secchezza vaginale!

Buongiorno, mi chiamo Laura e scrivo da Milano. Ho provato a cercare un po' nel sito ma mi è rimasto un dubbio: cosa sono le palline cinesi? Sono le palline vaginali o sono una cosa diversa? Ne ho sentito parlare come uno strumento di piacere, ma da quel che leggo tra i vostri prodotti le palline vaginali servono soprattutto per la salute... quindi mi è venuto ancora di più il dubbio che siano cose diverse. Vi ringrazio se vorrete rispondermi!

Laura

Ciao Laura! Mi spiace se leggendo sul nostro sito i dubbi ti si sono amplificati anziché diminuire! La verità è che sono numerosissimi i nomi con cui possono essere chiamate queste piccole sfere dalle molteplici funzioni: palline vaginali, sfere vaginali, geisha balls, ben wa balls, kegel balls, palline di kegel, palline cinesi, sfere cinesi... e tutti questi nomi indicano, in sostanza, la stessa cosa! Le palline cinesi sono delle sfere, in acciaio o in silicone, da inserire in vagina sia per "divertimento" sia per il benessere: il peso che esercitano sulla muscolatura del pavimento pelvico, infatti, porta i muscoli pelvici a contrarsi e ad effettuare uno spontaneo allenamento. Utilizzarle può provocare piacere, ma l'effetto principale delle palline vaginali è quello di rinforzare progressivamente e senza sforzo la muscolatura, consentendo una diminuzione die problemi legati all'incontinenza e un aumento del piacere durante il sesso, oltre che un miglioramento della lubrificazione (il movimento dei piccoli pesi all'interno delle palline cinesi aumenta la circolazione sanguigna e, quindi, la lubricazione vaginale). Perciò chiamiamole pure come vogliamo: l'importante è usarle, soprattutto dai trent'anni in avanti!

Buonasera, vorrei acquistare dei preservativi ritardanti perché nell'ultimo periodo mi capita di durare davvero poco a letto. Ho paura, però, che facciano male. Vorrei sapere come funzionano i preservativi ritardanti e quali sostanze contengono, e se sono dannosi per la salute. Grazie, Luciano

Buonasera Luciano. I preservativi ritardanti contengono un anestetico, che ha lo scopo di "addormentare" leggermente il pene, diminuendone la sensibilità e quindi prolungando la durata dell'erezione. Molto spesso, infatti, il raggiungimento molto veloce dell'eiaculazione è dovuto a un'accentuata sensibilità del pene, soprattutto in certe zone, come la punta. Un preservativo ritardante, con il suo leggero contenuto di benzocaina o lidocaina, anestetizza in forma molto lieve il pene, permettendo di rimandare il momento del culmine del piacere. Se usati occasionalmente, o continuativamente ma solo per brevi periodi di tempo, i preservativi ritardanti non sono pericolosi per la salute e non presentano controindicazioni. Il nostro consiglio è di acquistarne una confezione, scegliendo tra i marchi più affidabili che abbiamo nel catalogo, per vedere come si trova. Se di dovesse trovare bene, li utilizzi in tranquillità, ma alternandone l'uso con preservativi classici, anche in modo da monitorare le sue performances sessuali senza "aiuto". Se dovesse accorgersi che la durata della sua erezione è diminuita ulteriormente, potrebbe essere il causo di indagare in modo più approfondito le cause. Un saluto!

Ciao a tutti, ho già acquistato qualche volta dal vostro sito e vi faccio i miei complimenti. Vi scrivo perché vorrei capire che cos'è Ohmibod. E' un vibratore? E' un'app? Ne ho sentito parlare, ma ho provato a cercare online e non è che mi si siano proprio chiarite le idee... Spero di ricevere come al solito una vostra risposta! Grazie, Julie

Ciao Julie! Grazie per i complimenti e per la domandona! Alla fine, OhMiBod, cos'è? OhMiBod è innanzitutto il nome di un brand che realizza sex toys, e che ha puntato tutto, in particolare, sui sex toys musicali e sui sex toys wireless che funzionano con app. I suoi sex toys donna più famosi sono infatti Freestyle e Original 3.0 Music, che possono essere collegati con cavetto jack allo smartphone, all'iPod o a qualsiasi altro dispositivo che riproduca musica e che vibrano al ritmo dei brani selezionati, oppure le mutandine vibranti Bluemotion Nex 1 e il vibratore punto G Bluemotion Nex 2, che funzionano attraverso app. Ecco, forse, perché avevi un po' di confusione in merito! Attraverso l'app omonima è possibile selezionare ancora più modalità di vibrazione, creare modalità personalizzate, far vibrare il sex toy con la musica, la voce o i rumori circostanti, e soprattutto far controllare il sex toy dal partner, anche in remoto. Divertente, vero?

Ciao a tutti, sono Ylenia. Sono una ragazza molto timida ma anche molto curiosa, e mi piacerebbe tanto provare il sesso anale. Il mio ragazzo, però, non sembra molto interessato all’argomento, e così ho deciso di fare da sola. Vorrei comprare un sex toy anale, ma vorrei sapere come si usa un plug anale o un dildo anale. Ci sono precauzioni particolari da prendere prima di usarne uno, una particolare preparazione da seguire?

Ciao Ylenia, evviva la curiosità! Se non hai mai provato la penetrazione anale, forse è meglio che tu provi a usare un plug anale piuttosto che un dildo anale. In genere è meglio procedere con gradualità, e aumentare dimensioni e lunghezze poco alla volta! Come si usa un plug anale? Molto semplice: non devi far altro che rilassarti (ottimo un bagno caldo), lubrificare abbondantemente l’ano con un lubrificante anale (meglio sceglierlo a base acqua, se il sex toy è in silicone!) e inserire delicatamente il butt plug nell’ano, del tutto o in parte. Una volta inserito, puoi muoverlo dolcemente, o muoverti tu per sentire le sensazioni che ti provoca. Fatto! Per usare un anal plug non ci sono indicazioni particolari da seguire, se non la scelta di un sex toy e di un lubrificante di alta qualità, e di un momento di relax da dedicare solo al tuo piacere e alle tue sperimentazioni!

Buongiorno, sono Luca e scrivo da Taranto. Credo di essere uno dei pochi ragazzi che vuole a tutti i costi usare il preservativo, ma che ha una ragazza che non vuole saperne. Sto con la mia fidanzata da qualche settimana, ma lei è rimasta traumatizzata quando con il suo ex le è capitato un preservativo rimasto dentro dopo il sesso, e solo con grande fatica è riuscita a toglierlo. C’è un modo per evitare che il preservativo rimanga dentro la vagina? Grazie, Luca

Buongiorno Luca, siamo assolutamente dalla tua parte: usare il preservativo è importantissimo, sia per prevenire gravidanze indesiderate sia per evitare il rischio di malattie sessualmente trasmissibili! Ci dispiace che alla tua ragazza sia successo di ritrovarsi con un preservativo rimasto dentro dopo il sesso, e immaginiamo il panico! Una cosa del genere, però, capita solo se il preservativo non è stato indossato correttamente o se ne è stato utilizzato uno di una taglia troppo grande. Per fare sesso protetto e sicuro basta scegliere preservativi di qualità della giusta misura (nel nostro catalogo online puoi trovare preservativi classici, ma anche preservativi XL e preservativi XS) e indossarli seguendo le indicazioni, ovvero: appoggiare il preservativo sulla punta del pene eretto; tenere premuto il serbatoio, srotolare il condom fino alla base del pene; dopo il rapporto uscire dalla vagina prima di perdere l’erezione, tenendo il preservativo alla base. Seguite queste indicazioni e vedrai, andrete sul sicuro!