Spedizione gratuita sopra i 25€ Pacco anonimo per Coni Vaginali Pagamento in contanti Assistenza clienti 0287368330
Coni Vaginali

Coni vaginali

I coni vaginali sono lo strumento giusto per rimettere in forma il pavimento pelvico. Gravidanza e parto, menopausa e interventi chirurgici possono minare la tenuta muscolare di vagina e perineo, con conseguenze anche molto spiacevoli, come incontinenza urinaria e dolore durante i rapporti sessuali. Ma niente paura: l’allenamento pelvico con i coni vaginali restituirà tono alla vostra muscolatura, e non dovrete nemmeno sudare in palestra! L’inserimento dei coni in vagina provocherà infatti la spontanea contrazione dei muscoli pelvici, che non cederanno nemmeno all’assalto dell’età e dei bebè!

Filtro
Leggi tutto

CHE COSA SONO I CONI VAGINALI

I coni vaginali sono dei piccoli coni di plastica o silicone, utilissimi nella rieducazione e riabilitazione muscolare del pavimento pelvico. Esistono dei set che contengono più coni di diverso peso (tra i 20 e i 70 grammi), ma molto più diffusi sono i kit che contengono un unico cono accompagnato da tre o quattro sfere di diversa grammatura, che vanno inserite al suo interno a seconda delle proprie necessità. I migliori con i quali iniziare sono Aquaflex di Neen, i coni più tradizionali, e il kit Pelviluna di Pelvix Concept, che contiene anche un lubrificante e un calendario per scandire l’allenamento. Una volta inserito in vagina, il cono tende a scendere, assecondando la forza di gravità; per trattenerlo, i muscoli pelvici saranno automaticamente stimolati a contrarsi, allenando così il pavimento pelvico. Una volta terminata la sessione di allenamento, il cono potrà essere rimosso in modo pratico e veloce grazie al cordino alla base, che resta fuori dalla vagina.

COME SI USANO I CONI VAGINALI

Facili da inserire e facili da rimuovere, d’accordo. Ma come si usano? La parola d’ordine è gradualità, proprio la stessa parola che vi accompagna quando varcate la soglia della palestra per rimettervi in forma. Difficilmente solleverete un bilanciere da 80 kg con muscoli poco allenati. Allo stesso modo i muscoli pelvici hanno bisogno di abituarsi o riabituarsi a contrazione e rilassamento. Tenendo conto del livello di partenza del vostro pavimento pelvico (dovete solo mantenere la tonicità o dovete ripristinarla?), e attenendovi scrupolosamente alle indicazioni dei coni scelti, potrete utilizzare inizialmente il solo cono, senza peso all’interno, oppure il cono riempito con il peso più leggero, inserendolo in vagina in profondità con l’aiuto di un lubrificante a base acqua. La presenza del cono, e la sua tendenza a scivolare verso il basso, provocheranno il riflesso spontaneo a contrarre i muscoli del pavimento pelvico. E mentre i muscoli pelvici lavorano, voi potrete (anzi, dovrete) restare in piedi e camminare (a livelli avanzati è suggerita addirittura una corsetta sul posto!). La durata di questo allenamento può andare da pochissimi minuti fino al quarto d’ora, e dovrà protrarsi nel corso dei giorni finché la presenza del cono all’interno della vagina sarà confortevole. A questo punto potrete passare agli step successivi, aumentando il peso di volta in volta, fino a quando il vostro pavimento pelvico non sarà tosto come i bicipiti di Arnold Schwarzenegger.

PERCHÉ UTILIZZARE I CONI VAGINALI

Non certo per il culturismo sono pensati i coni vaginali, ma per il benessere della regione muscolare, davvero essenziale, che prende il nome di pavimento pelvico. Il pavimento pelvico ha il gravoso compito di avvolgere e sostenere uretra, vescica, vagina e zona ano-rettale. Il ruolo chiave che ricopre per diversi aspetti del benessere femminile è evidente: se il pavimento pelvico cede, ecco che possono comparire incontinenza urinaria (il primo e più comune dei sintomi), prolasso dell’utero, dolore durante i rapporti sessuali e difficoltà nel raggiungere l’orgasmo. Al contrario, se il pavimento pelvico è tonico il controllo sull’uretra è garantito e anche le contrazioni dell’orgasmo sono più forti, a beneficio proprio e del partner. È perciò molto importante prendersi cura di questa zona, soprattutto in corrispondenza con passaggi delicati – e potenzialmente critici – della vita di ogni donna, come gravidanza, parto e menopausa, che apportano importanti cambiamenti fisiologici e anatomici. Ma anche quando si parla delle nostre zone più recondite sarebbe bene correre ai ripari e puntare sulla prevenzione, allenandosi con la ginnastica pelvica una volta superata la soglia dei trent’anni. Dopotutto, abbiamo visto che il pavimento pelvico si allena praticamente da sé… e l’unico sforzo richiesto, cioè la costanza nell’allenamento, sarà pur tollerabile se la ricompensa è un orgasmo da urlo, no?

CONSEGNA ENTRO: 25 maggio

Consegna garantita entro: 25 maggio

pacco anonimo

Pacco anonimo

consegna gratuita

Spedizione gratuita sopra i 25€

    4.9/5 15.286 Recensioni

    chatta con noi

    Chatta!